Retroscena Messi, ecco i motivi dell'addio al Barcellona

Dopo la clamorosa notizia della fine del rapporto tra club e giocatore, spuntano diverse indiscrezioni su ciò che avrebbe favorito la rottura definitiva
Retroscena Messi, ecco i motivi dell'addio al Barcellona© EPA
TagsBarcellona

Un primo comunicato stringato e freddo. Tutta la colpa data alle scelte della Liga di Javier Tebas circa il salary cap (comunque già note e ribadite da tempo). Strascichi del caos Superlega e qualche richiesta di troppo da parte del giocatore. Ore dopo la clamorosa notizia della fine del rapporto tra Barcellona e Messi e aspettando la conferenza del presidente Laporta, spuntano indiscrezioni circa ciò che avrebbe favorito la rottura definitiva.

Messi e il Barcellona: mancati acquisti, commissioni e politica sportiva

Dietro l'impossibilità di portare a termine un accordo figlio della "chiara intenzione di entrambe le parti di firmare", non ci sarebbero soltanto le restrizioni economiche imposte dalla Liga. Alcune ombre aleggiavano da tempo e dalla Spagna filtrano notizie riguardanti una pesantissima e doppia commissione voluta dalla Pulce e spuntata nei momenti finali della trattativa. All'incontro sarebbero stati presenti anche il padre e il fratello di Leo per i quali sarebero stati richiesti 50 milioni a testa. Questa particolare formula non avrebbe rappresentato una novità, ma avrebbe messo ancora più in difficoltà il Barcellona, al quale comunque il giocatore avrebbe imputato anche alcuni mancati acquisti da lui stesso consigliati, tra cui l'atalantino Romero, suo compagno di nazionale finito al Tottenham. Sullo sfondo e tutt'intorno una trattativa già complicata, i pur complessi rapporti tra il club e la Liga ancora infiammati per la questione Superlega. Non sorprende che Javier Tebas abbia mantenuto la promessa preannunciata: nessuno sconto o occhio chiuso per favorire il lieto fine della vicenda Messi. 

Approfitta del Black Friday!

L'edizione digitale con un maxi-sconto

Approfitta dell'offerta a soli 59,99€ per un anno!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti