Real, Ancelotti: "Siamo un gruppo umile, rimarrei qui fino a 80 anni" 

Così il tecnico ex Napoli e Milan alla vigilia del derby contro l'Atletico: "Queste partite di campionato ci fanno bene per mantenere forma e ritmo"
Real, Ancelotti: "Siamo un gruppo umile, rimarrei qui fino a 80 anni" © EPA
3 min
TagsReal MadridAncelottiatletico madrid

MADRID - Carlo Ancelotti è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del derby contro l'Atletico Madrid del 'Cholo' Simeone. I blancos hanno già vinto il campionato e sono in finale di Champions League contro il Liverpool, per una riedizione della finale del 2018 vinta dagli spagnolo 3-1. Così l'ex Napoli e Milan: "La squadra sta abbastanza bene, ho ancora qualche dubbio ma abbiamo avuto due giorni di riposo e domani penserò all'undici titolare. Schiererò la squadra migliore e l'unica cosa certa è che giocherà Lunin". Sulle rimanenti partite di campionato: "Ci fanno bene perché possiamo mantenere la forma e il ritmo partita - ha sottolineato Ancelotti -. Rispetteremo gli avversari e soprattutto questa maglia: daremo il massimo". Il tecnico emiliano, poi, parla del pasillo, ovvero il corridoio di applausi che la squadra avversaria riserva ai campioni di Spagna: "Gli italiani non sono abituati a farlo, ognuno fa quello che sente e noi dobbiamo rispettarlo. Se lo fanno bene, se non lo fanno va bene uguale".

Real Madrid-Manchester City, la stampa estera: "Incredibile"
Guarda la gallery
Real Madrid-Manchester City, la stampa estera: "Incredibile"

"La nostra prima qualità è l'umiltà"

Il Real sta facendo una stagione strepitosa sotto tutti i punti di vista, col gruppo che sta riuscendo a dare il massimo in ogni gare e competizione. "La prima qualità di questo gruppo è l'umiltà, non ci sono giocatori arroganti qui, non è un difetto perché a volte aiuta, ma è una squadra con giocatori umili e nessuno pensa che sia più importante di un altro. Poi conta molto anche il peso della maglia...".

"Rimarrei qui fino a 80 anni"

Il futuro di 'Re Carlo' è chiaro, ma oltre a questo di certo c'è che con Madrid c'è un legame particolare: "Rimarrei fino a 80 anni, se non impazzisco, quando smetterò con il Real posso pensare di fermarmi - spiega il 62enne (63 il 10 giugno) tecnico italiano -. Trovare un club migliore di questo sarà complicato. Penso che non ci sia niente di più grande. Voglio stare qui a lungo, divertirmi, voglio continuare a divertirmi per tanti anni e vincere con questo club, in questa città. Se si può dire che qui è il posto dove mi sono divertito di più? Sì, si può dire, mi sono divertito anche a Napoli, all'Everton... Ma Madrid è Madrid".

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti