Serie A
0

La Roma perde, Bavagnoli tuona: "Serve un bagno di umiltà"

Le giallorosse incassano un 2-0 in casa delle toscane, Soffia: "La partita l'abbiamo fatta noi, ma non ci sono scusanti"

La Roma perde, Bavagnoli tuona:
© Bartoletti

ROMA - In casa giallorossa è (già) tempo di riflettere. Alla terza giornata di campionato, in casa dell'Empoli, è arrivata la prima sconfitta della squadra di Betty Bavagnoli,  i punti raccolti sono appena quattro - mentre Juventus, Fiorentina e Milan viaggiano a pieno ritmo - e il copione degli anni scorsi sembra ripetersi: la Roma fatica a stare in partita per 90' e non riesce a mettere in campo abbastanza cattiveria. Due limiti su cui l'allenatrice lavora costantemente dalla stagione precedente, ma che nella sua analisi dopo il 2-0 incassato in casa delle toscane sono quasi scivolati in secondo piano: "Penso avessimo preparato bene la partita e nel primo tempo lo abbiamo dimostrato. Quando capitano occasioni importanti bisogna sfruttarle e bisogna segnare. Potevamo commentare una gara diversa, invece commentiamo una sconfitta su cui non ho nulla da dire, dobbiamo fare un bagno di umiltà e capire che in Serie A bisogna giocare in un certo modo ed essere efficaci. Abbiamo affrontato una rivale che ha dimostrato concretezza e ci ha messo in difficoltà, ma per il resto abbiamo fatto la partita noi, perché i due rigori sono arrivati su due situazioni evitabili. Le capitoline arrivano alla sosta per le Nazionali con l'amaro in bocca, ma il vantaggio di questo mese di stop è proprio il tempo a disposizione per fare ordine e prepararsi a ripartire con il piede giusto. La vetta è lontana cinque punti, ma il campionato è appena iniziato e Betty Bavagnoli ha ribadito una forte fiducia nel gruppo: "Lavoreremo sugli errori ma credo fortemente nel mio lavoro e in quello del mio staff, nelle mie ragazze e in questa società incredibile. Dobbiamo essere attente, concentrate, avere quella voglia e quella volontà di arrivare al risultato che con l'Empoli non si è vista".

La Roma perde, Bavagnoli tuona: "Serve un bagno di umiltà"
© Bartoletti

Soffia: "Non ci sono scusanti ma la partita l'abbiamo fatta noi" 

Il 2-0 è un risultato tondo e senza attenuanti che spesso però non racconta l'esatto andamento di una gara. Proprio questo ha fatto trasparire l'analisi post partita del difensore giallorosso Angelica Soffia, che ha commentato così il ko in casa dell'Empoli: "Non siamo riuscite a essere cattive e a finalizzare quello che abbiamo creato. A mio parere loro non hanno giocato bene come noi, però sono state più cattive davanti alla porta e questo è quello che ha fatto la differenza. Ci hanno messo in difficoltà giocando su errori nostri, quindi la partita l’abbiamo fatta noi. Non ci sono scusanti però, dovevamo concretizzare di più e non l’abbiamo fatto"

Tutte le notizie di Serie A

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti

In edicola

Prima pagina