Juventus, clamoroso Marotta: siluro ad Allegri

L'ad bianconero lancia l'ultimatum al tecnico che ormai non può più sbagliare

TORINO - «La qualificazione alla prossima Champions League è l’obiettivo minimo per noi: altrimenti sarebbe un vero fallimento». Diciassette parole per confezionare un siluro ad alzo zero, direzione panchina di Allegri, caso mai qualcuno avesse dubbi. All’anima del post it che, secondo gli esegeti del pensiero di Beppe Marotta, il Numero Due della Juve ha scritto per il tecnico nel giorno in cui la società bianconera festeggia il raddoppio due ricavi di bilancio. Le parole pronunciate ieri sera da Marotta al Processo del Lunedì sono forti e chiare: «E’ nel Dna Juve lottare sempre per il massimo. Qualora non vincesse, Allegri rischierebbe il posto? Una società come la nostra deve rispettare quello che è un piano, anche industriale e, dunque, arrivare sicuramente nei primi tre, quindi almeno qualificarsi per la Champions League. La conquista di un posto in Champions salvaguarderebbe l’allenatore? E’ l’obiettivo minimo che dobbiamo raggiungere». Allegri lo sapeva sin dall’inizio della stagione. Ora lo sa ancora meglio.

Jacobelli, perché Marotta ha messo Allegri con le spalle al muro
Guarda il video
Jacobelli, perché Marotta ha messo Allegri con le spalle al muro

Corriere dello Sport in abbonamento

Offerta Speciale, sconto del 56%

In occasione della ripartenza delle coppe europee puoi leggere il tuo quotidiano sportivo a soli 23 centesimi al giorno!

Offerta valida solo fino al 15 Marzo 2021

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti