Corriere dello Sport

Calciomercato

Vedi Tutte
Calciomercato

Berlusconi vuole un Milan italiano: Locatelli sulle orme di Donnarumma

Berlusconi vuole un Milan italiano: Locatelli sulle orme di Donnarumma
© LaPresse

Il classe 98 è stato aggregato alla prima squadra dopo la partenza di Nocerino. Il centrocampista nato a Lecco

Sullo stesso argomento

 Marco Gentile

mercoledì 2 marzo 2016 12:17

MILANO- Manuel Locatelli è nato l’8 gennaio del 1998 ed è uno dei talenti più puri proveniente dalla cantera del Milan. La società sa di avere in casa un potenziale campioncino e l’ha aggregato alla prima squadra facendogli prendere il posto del partente Antonio Nocerino. Locatelli è rossonero fin dagli Esordienti: il Milan l’ha prelevato in tenera età, 12 anni, dall’Atalanta e ora intende, gradualmente, inserirlo in prima squadra un po’ come successo per il classe 99 Gianluigi Donnarumma che ha scalzato un veterano come Diego Lopez.

IDENTIKIT- Locatelli è un regista di centrocampo che può giocare anche sulla trequarti. Il Milan, in quel ruolo, ha capitan Montolivo ma un’alternativa manca ed ecco che la società rossonera ha deciso di aggregarlo alla prima squadra. Il classe 98 ricorda un po’ due suoi colleghi ambiti dalle più grandi squadre italiane: stiamo parlando di Stefano Sensi, classe 95, che è stato acquistato dal Sassuolo, e di Rolando Mondragora, classe 97, in prestito al Pescara dalla Juventus. Il giovane talento rossonero ha classe da vendere e la società di via Aldo Rossi non vorrà commettere lo stesso errore fatto in precedenza con Bryan Cristante.

IL SOGNO ITALIANO- Locatelli ha esordito con la prima squadra a fine novembre durante il Trofeo Tim. A fine incontro, Mihajlovic lo aveva incensato: “Chi è stato il migliore? Tutti hanno fatto bene, ma se ne devo dire uno dico Locatelli: è un ragazzo promettente della Primavera. Detta bene i tempi di gioco, è bravo ma deve migliorare un po’ giocando di più in verticale. Era alla sua prima partita e magari era emozionato, ma si intravedono delle grandi qualità che ci potranno servire in futuro”. Berlusconi ha dichiarato recentemente di sognare un Milan tutto italiano e il giovane rossonero fa parte assolutamente di questo progetto. Locatelli, come l’amico e collega Donnarumma, si candida dunque per essere il futuro del regista del Milan sperando, per i rossoneri, che segua le orme di un fenomeno come Andrea Pirlo, che negli anni ha fatto sfracelli in rossonero ed ha vinto tutto.

Articoli correlati

Commenti