Corriere dello Sport

Calciomercato

Vedi Tutte
Calciomercato

Milan, Mirabelli blinda Cutrone: «Resterà con noi a lungo»

Milan, Mirabelli blinda Cutrone: «Resterà con noi a lungo»
© Getty Images

Il direttore sportivo milanista: «Abbiamo tre grandi attaccanti. Sono favorevole alla chiusura anticipata del mercato. Sosa? Trattare con il Trabzonspor non è semplice»

Sullo stesso argomento

 

giovedì 7 settembre 2017 20:29

ROMA - «Sono favorevole alla chiusura anticipata del calciomercato per favorire il lavoro degli allenatori». Anche Massimiliano Mirabelli, direttore sportivo del Milan, è d'accordo: sarebbe giusto replicare in Italia la decisione presa in Inghilterra, cioè dare lo stop al mercato prima dell'inizio del campionato. «Il mercato così è troppo lungo e mette in difficoltà gli allenatori: andrebbe limitato. Si arriva a fine agosto che si sono già giocate alcune gare di campionato ed europee e non si lavora benissimo. Sono pienamente d'accordo con chi vuole accorciare il calciomercato che dura troppo. Quando la palla inizia a girare il mercato deve essere chiuso e anche la sessione di gennaio è troppo lunga, bisognerebbe accorciare anche quel mese di mercato. Io lo farei finire almeno una settimana prima dall'inizio della stagione. Chiaramente i media vorrebbero un mercato sempre aperto ma per chi opera in questo settore un calciomercato così lungo ti crea delle difficoltà, a volte ci sono situazioni imbarazzanti. Mercato lungo per intervenire in caso di infortuni? Ogni squadra tenta di fare una rosa competitiva in base alle competizioni che deve affrontare. Le rose ormai sono lunghe, sono composte da quasi 30 giocatori e il problema degli infortuni lo si risolve così, oppure sfruttando il settore giovanile», ha detto Mirabelli a Mediaset Premium. 

SOSA VICINO ALL'ADDIO - Novità in vista per Sosa, vicino all'addio. «Sosa al Trabzonspor? Ancora non è una cosa definita, trattare con i turchi non è mai semplice ma anche questa non è una questione bellissima, perché mentre si fa questa operazione in uscita bisogna preparare una gara importante come quella contro la Lazio e il giocatore non sa se deve essere utilizzato o se verrà ceduto. Sosa ha ricevuto un'offerta importante, noi non vogliamo tarpare le ali al giocatore e stiamo vivendo la vicenda da spettatori, pur sapendo che non è nella lista degli incedibili», ha aggiunto Mirabelli.

CUTRONE - Nell'estate in cui il direttore sportivo ha portato a Milano André Silva e Kalinic, a sorpresa è sbocciato Cutrone. «Difficile lasciare in panchina questo Cutrone? Sta facendo benissimo e sappiamo che abbiamo altri due ottimi attaccanti come Kalinic e Andrè Silva. Ogni domenica vorremmo avere questo tipo di problemi. Quanto vale Cutrone? Tantissimo, come tutti i nostri giocatori. E' un ragazzo del 1998, sta facendo bene, vale tantissimo e rimarrà per molti altri anni al Milan. Se continua così avrà sicuramente spazio. La sfida alla Lazio, la prima vera gara della stagione? No, non è vero. Non era facile andare a giocare a Crotone e anche affrontare il Cagliari in forma. La nostra idea deve essere quella di cercare la vittoria su ogni campo, perché noi siamo il Milan. Un giocatore che abbiamo cercato e non è arrivato? A parte Aubameyang non posso dirlo, lo rivelerò tra qualche anno».

Articoli correlati

Commenti