Lozano al Napoli, ecco quanto pagherà De Laurentiis

Il presidente del Napoli verserà i 42 milioni della clausola rescissoria. In via di defiinizione anche la questione dei diritti di immagine
1. Lozano (42 milioni nel 2019)© Getty Images
4 min

NAPOLI - E alla fine arriba el Chucky. O forse sarebbe meglio dire: ritorna la vecchia passione di Carletto. «Mi piace da morire», disse una volta. E così, signore e signori, la svolta di agosto è servita: l’incontro per Hirving Lozano. Andato in scena nelle ultime ore tra il ds Giuntoli e Mino Raiola, il manager dell’attaccante messicano che alla fine è rimasto al Psv. Senza Champions: un colpo al cuore, l’eliminazione con il Basilea ai preliminari. Un duro colpo alla crescita e alle aspirazioni dell’atleta e dell’uomo, da una vita innamorato perso della prospettiva di andarsela a giocare con le stelle d’Europa. E così dopo una sequela di eventi che hanno coinvolto soprattutto James e Pepé, il Napoli ha ricominciato a puntare dritto e deciso su Lozano. Anzi, prima di tutto su Raiola: per restituire serenità a un rapporto divenuto improvvisamente più complesso nel bel mezzo delle trattative per il contratto di Manolas. Storie vecchie.

Napoli, impresa con il Liverpool: Ancelotti comanda, Insigne esegue
Guarda la gallery
Napoli, impresa con il Liverpool: Ancelotti comanda, Insigne esegue

Lozano al Napoli, le cifre dell’affare

Con il Psv l’affare si chiuderà sulla base dei 42 milioni di euro della clausola, con il giocatore bisogna mettere a posto la solita storia dei diritti d’immagine. Ma c’è fiducia: anche perché suo padre e sua moglie Ana, dopo il campionato, hanno già visitato, apprezzato e promosso la città. 

Lozano al Napoli, il nodo diritti d’immagine

E allora, la sterzata: dal Real di James all’Olanda, passando per la Francia di Pepé. E così a distanza di sei anni dall’acquisto di Mertens, datato 2013, il Napoli è pronto a investire ancora ad Eindhoven: e questa volta per un attaccante messicano, una freccia destra di 24 anni che nell’ultima stagione ha letteralmente incantato a furia di gol (21 in totale) e assist (12). Nel 4-2-3-1 di Ancelotti, insomma, occuperebbe la posizione che fino a una settimana fa sembrava destinata all'ivoriano finito all'Arsenal, e dunque la casella destra del tris di trequarti, ma prima di tutto bisogna districare il nodo dei diritti d’immagine. Già: il Chucky, come lo chiamano tutti per una sorta di ipotetica somiglianza con la bambola assassina del film, è la star della sua Nazionale e del suo Paese, e la Nike non se l’è fatto scappare.

Napoli, tris al Liverpool: l'ironia social sulla vittoria contro i campioni d'Europa
Guarda la gallery
Napoli, tris al Liverpool: l'ironia social sulla vittoria contro i campioni d'Europa

Lozano al Napoli per la Champions

Sì, come Icardi anche Lozano fa parte della nutrita schiera di uomini immagine della multinazionale statunitense: ed è soprattutto di questo che Giuntoli ha discusso insieme con Raiola. Oltre che d’ingaggio, ovviamente: contatti mai evaporati del tutto anche nei momenti di maggiore tensione tra il signor Mino e De Laurentiis, e dunque dopo l’acquisto di Manolas, e poi gradualmente più vivi e intensi sin da metà ritiro. Fino al nuovo incontro: faccia a faccia, per capire e per capirsi mitigando pretese e caratteri. Avanti così, insomma, anche perché senza Champions la volontà di Lozano è sempre più chiara: lasciare il Psv per una squadra che gli offra la possibilità di scalare l’Olimpo d’Europa. Come il Napoli, appunto.


Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti