United, Berbatov:
Calciomercato
0

United, Berbatov: "Mandzukic farà come Ibrahimovic"

Così l'ex attaccante dei Red Devils: "Mario non ha mai giocato in Premier, ma credo possa adattarsi subito. Del resto, Zlatan arrivò 34enne e fece subito bene: potrà avere lo stesso impatto"

MANCHESTER (Inghilterra) - "Il Manchester United ha giovani di talento, ma credo abbia bisogno anche di uno come Mario Mandzukic. È davvero forte, anche se non ha mai giocato in Premier League, credo possa aver un impatto simile a quello di Zlatan Ibrahimovic, che arrivò in Inghilterra a 34 anni e non ha avuto problemi. Il fatto che abbia quasi la stessa età, credo sia positivo". L'ex attaccante dei Red Devils, Dimitar Berbatov, "consiglia" il croato ai margini della Juventus di Maurizio Sarri, in un'intervista rilasciata a Betfair: "Quando vendi due dei tuoi attaccanti principali devi portarne almeno uno, per ogni evenienza. Tutti possono vedere che il Manchester United ha bisogno di una punta, Anthony Martial è infortunato e non c'è un altro marcatore davvero forte. Martial, Rashford e Greenwood sono tutti giovani giocatori, quindi hanno bisogno di tempo e devono avere la certezza di non doversi preoccupare, perché possono soltanto imparare dall'esperienza di Mandzukic. Mi piace anche Nemanja Matic come giocatore, ma lui non riesce a ottenere il minutaggio di cui ha bisogno, quindi per me c'è da rafforzare anche il centrocampo. Uno o due giocatori, non lo so, hanno solo bisogno di un giocatore che possa aiutarli e dare loro solidità"., ha concluso il bulgaro.

Berbatov: "United, anche Cristiano Ronaldo e Messi avrebbero difficoltà"

Una battuta sul delicato momento dei Red Devils: "La finestra dei trasferimenti invernali è difficile e anche sul campo il Manchester United non sta dando quello che ci si aspettava. Non importa quanto tu sia bravo, Lionel Messi o Cristiano Ronaldo potrebbero andare lì e avrebbero difficoltà perché la squadra non produce gioco".

Juve, Mandzukic aspetta lo United

Berbatov: "Mourinho non cambierà il Tottenham"

Su Mourinho e sul momento no di Pochettino al Tottenham: "Si è parlato molto del fatto che Jose Mourinho subentrasse al Tottenham. Come allenatore che è stato al vertice per così tanto tempo ed è stato in ogni tipo di situazione, penso che potrebbe avere le risposte per alcune delle difficoltà che gli Spurs stanno affrontando. Ma li renderebbe migliori? Non lo so, perché è la stessa squadra, sì, puoi avere un po' di sollievo all'inizio, come fece il Manchester United quando arrivò Solskjaer, ma poi devi continuare, altrimenti scivolerai in una spirale. Per me, però, Pochettino deve restare lì, è lì da molto tempo. Ricordo che Sir Alex Ferguson ci ha detto che una squadra deve essere cambiata quando passano quattro anni, non l'intera squadra, ma alcuni giocatori. Dopo quattro anni, alcuni giocatori iniziano a sentirsi compiacenti e non sono più stimolati, hanno confidenza con il manager e sono a loro agio, quindi un manager deve scuotere le cose e portare nuovi giocatori. Questo potrebbe essere il caso di Spurs, molti giocatori sono stati lì per molto tempo e forse hanno bisogno di cambiare, forse si dovrebbe provare a cedere alcuni giocatori".

Berbatov: "United, non esonerare Solskjaer"

Sulla sua ex squadra: "Onestamente per me la partita contro il Newcastle è stata probabilmente la partita più povera per il Manchester United: meritavano di perdere, non è successo nulla e la qualità del calcio che tutti ci aspettiamo non si è vista. Come ho già detto molte volte, cercherò di rimanere positivo e supportare un manager che si trova in una situazione difficile. Prima di Ole Gunnar Solskjaer, anche Jose Mourinho, che aveva una squadra simile, ha avuto delle difficoltà, quindi devono lavorare costantemente e tutti devono implementare le idee di Ole come manager. Certo, è fin troppo facile dire 'esoneriamolo' a causa dello stile di gioco e delle sconfitte, ma questo aiuterà la squadra in qualche modo? Un nuovo manager, un nuovo sistema di gioco, nuove tattiche aiuteranno? È una situazione molto delicata e il modo più semplice è dire di sbarazzarsi di lui, ma non è sempre il modo giusto. La pausa internazionale non è arrivata al momento giusto per loro, alla prossima c'è il Liverpool e non avranno molto tempo per prepararsi. Lo stesso vale per il Liverpool, ma si trovano in una posizione diversa. Tutto è positivo per loro, sono in testa alla classifica con otto punti di vantaggio, giocano bene, lavorano duramente e per loro sarà un clic, mentre il Manchester United ovviamente deve lavorare molto".

Manchester United, torna di moda Mandzukic

Berbatov: "Il Tottenham come il mio Bayer"

Ancora sul Tottenham e il Manchester United: "Il Tottenham ha raggiunto la finale di Champions League, ora sono in pessime condizioni. Col Leverkusen ho raggiunto la finale di Champions League e la stagione successiva stavamo combattendo la retrocessione. Il Dortmund sotto Jurgen Klopp ha raggiunto la finale di Champions League e la stagione successiva ha combattuto per la salvezza in campionato. Quindi, c'è una tendenza qui, i team che non sono abituati a raggiungere queste altezze hanno difficoltà nella stagione successiva a mantenere quel livello e gestire le aspettative e penso che gli Spurs stiano vivendo questo al momento. A Leverkusen avevamo la stessa squadra e lo stesso allenatore - come gli Spurs, sì, loro hanno fatto uno o due acquisti ma sono sostanzialmente la stessa squadra, quindi ti siedi e ti chiedi 'cosa sta succedendo, eravamo finalisti della Champions League e ora stiamo combattendo la retrocessione!' - come lo spieghi? C'è una tendenza e devi reagire e ottenere una sorta di risposta prima piuttosto che dopo altrimenti combatterai contro la caduta e sarà me**a. Ricordo che a Leverkusen c'eravamo salvati dalla retrocessione all'ultima partita della stagione e stavamo saltando in giro come se avessimo vinto la Champions League, eravamo felicissimi. Non voglio che il Tottenham retroceda, ma la partita che ho visto contro il Brighton era praticamente la stessa del Manchester United: non c'era nulla".

Juve, lo United si rifà sotto per Mandzukic

Gioca gratis con Mister Calcio Cup - 11 in campo, il fantasy game di calcio del Corriere dello Sport-Stadio. Fai la tua formazione e vinci i fantastici premi in palio. Iscriviti ora! Gioca!
Tutte le notizie di Calciomercato

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti

Calciomercato in Diretta

In edicola

Prima pagina