"Morata-Barcellona, si va avanti: Xavi ha chiamato il giocatore"

Dalla Spagna riportano di una chiamata del tecnico blaugrana al centravanti della Juve, che tuttavia Allegri ha blindato almeno fino a giugno
Juve: servono gol e qualità. Ventisette gol, undicesimo attacco del campionato. Dire che serve un bomber è scontato, ma è la verità: Dybala e Morata finora hanno deluso e se Alvaro vuole il Barça, meglio così. Tuttavia per migliorare il gioco, oggi di livello modesto, della Juve sarebbe utile anche un centrocampista tipo Pogba, uno che alzi la qualità della manovra bianconera.© LAPRESSE
3 min
TagsXaviMorata

Morata al Barcellona? Dalla Spagna non mollano, anzi raddoppiano. Secondo quanto raccolto dal quotidiano madrileno AS, nella giornata di martedì Xavi avrebbe telefonato al centravanti bianconero per confermargli l’interesse del club blaugrana a portarlo in Catalogna, chiedendogli al contempo di essere paziente. Il Barça, prosegue AS, sta prima tentando di risolvere la questione del monte-ingaggi, la stessa che aveva frenato i tesseramenti di Dani Alves e Ferran Torres, prima di procedere a formalizzare un’offerta per il 9 della Juventus.

Juve, Dybala prestigiatore. Morata concentrato per il Napoli
Guarda la gallery
Juve, Dybala prestigiatore. Morata concentrato per il Napoli

Morata, il Barcellona non si arrende

Non è un’ipotesi tramontata, affatto”. Così, secondo AS, avrebbe commentato una fonte interna al Barcellona in merito alla possibilità di acquistare Morata dalla Juve già nel corso del mercato di gennaio. Il problema principale non sta nella volontà del calciatore, che avrebbe già espresso il proprio gradimento a vestire la maglia blaugrana (completando così la vuelta delle big di Spagna, dopo Real Madrid e Atletico), quanto nella situazione finanziaria del Barcellona stesso. I blaugrana hanno necessità di abbassare il monte-ingaggi e questo può avvenire solo attraverso una cessione importante – e il primo candidato sembra essere Samuel Umtiti – o il rinnovo, con salario ribassato, per Ousmane Dembelé, accostato nei giorni scorsi proprio alla Juventus.

Ma Allegri fa muro: “Morata non si muove”

D’altra parte, tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare. E in questo caso il mare ha le sembianze di Massimiliano Allegri, che durante la conferenza stampa di ieri ha detto a chiare lettere che lo spagnolo non farà le valigie: “Morata non parte. Lo scorso anno ha fatto 21 gol e quest'anno ne ha fatti sette senza tirare un rigore. Alvaro è un giocatore importante e sono contento. Ho parlato con lui e ho detto tu non vai via quindi rimane con entusiasmo. Deve stare sereno e tranquillo. Credo che al 99% la rosa resterà così”.

La stima di Allegri nei confronti di Morata non è mai stata messa in discussione, nonostante qualche saliscendi nel rapporto. Con il tecnico livornese, infatti, il nativo di Madrid aveva conosciuto la sua prima, autentica esplosione ad alti livelli, nel 2014-15, anno in cui trascinò la Juve alla sfortunata finale di Berlino contro il Barcellona (proprio loro), nella quale segnò anche il gol del momentaneo pareggio bianconero. E ora c’è ancora tempo per scrivere un ulteriore capitolo.

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti