Mercato Juve, la priorità è Lukaku ma spunta Scamacca

Obiettivo l'ex interista, ma i bianconeri si cautelano e avviano i contatti con il West Ham per il romano
Mercato Juve, la priorità è Lukaku ma spunta Scamacca
3 min
Alberto Ghiacci

Vlahovic sempre al centro dei pensieri, vero e proprio ago della bilancia bianconera di questi giorni. Perché una sua eventuale cessione, con base una settantina di milioni, aprirebbe scenari molto più dinamici degli attuali. Soldi da investire per la Juve, valzer dei centravanti in giro per l’Europa. E tra i grandi club che hanno inserito il serbo nelle liste dei preferiti, stavolta è il Paris Saint-Germain a tirare un po’ fuori la testa, quasi come si preparasse all’offerta ufficiale. 

Juve, le soluzioni in attacco

Il club parigino ha sondato l’entourage dell’attaccante bianconero che davanti ha tre anni di contratto da 13 milioni (tasse comprese). Nulla di che per il Psg, club abituato a scenari bancari uguali o molto simili a quelli arabi visto che è in mano al qatariota Al-Khelaifi. Ma nel caso di Vlahovic questo poco conta, più che altro servirebbe una serie di combinazioni: la possibilità per il giocatore di misurarsi nella realtà dei top e provare a dimostrare di poterci stare, gli stessi soldi - mas o meno - che gli garantisce la Juve e un’offerta da minimo 70 milioni da recapitare alla Continassa, magari in una confezione semplificata da qualche bonus. Il board sportivo della Juve aprirebbe sicuramente alla trattativa. Anche perché oltre all’idea Lukaku, il club bianconero ha ripensato anche a Scamacca, tanto da sondare già il terreno con il West Ham. Scamacca vuole tornare in Italia ed è seguito da settimane dalla Roma. Ma se la Juve dovesse avere in mano i soldi entrati per Vlahovic, avrebbe il vantaggio di impostare un acquisto a titolo definitivo invece di un prestito.

Juve, il fattore K

E mentre gli attacchi di mezza Europa fremono per ingaggiare i loro possibili nuovi interpreti (Vlahovic continua a interessare anche a Bayern, United e Chelsea), ecco che alla Juve riscoprono il fattore K. Alimentato in primis da Kean, che dietro proprio a Milik e Vlahovic deve competere ai massimi per convincere Allegri e il club che il suo momento è definitivamente arrivato. Lui c’è, i tifosi ieri lo hanno incitato fuori dal J-Medical, certo il tempo degli esami nel calendario della Juve non è più contemplato. E poi, in un reparto che aspetta sempre il rientro di Chiesa, c’è di nuovo Kaio Jorge, il brasiliano che ha caratteristiche diverse da tutti gli altri attaccanti bianconeri. Unica vera seconda punta, dai movimenti rapidi e dotato di grande tecnica. La Juve vuole tenerlo sicuramente per l’Under 23 di Lega Pro, ma le intenzioni dell’ex Santos puntano a convincere Allegri in queste settimane di prima squadra. La parola è già al campo: oggi secondo giorno di corse ed esercitazioni, Kaio Jorge ci prova senza paura.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti