Juve, su Cambiaso gli occhi del Real Madrid: i dettagli

Piace ad Ancelotti, in estate può arrivare un’offerta sui 45 milioni. E Giuntoli penserebbe a Calafiori…
Fabio M. Splendore
4 min
Fabio M. Splendore
TORINO - In ogni mercato di gennaio che si rispetti c’è il colpo per luglio che bolle in pentola. E questa volta la pentola potrebbe contenere un piatto forte. Il Real Madrid guarda in Italia per il 2024-2025. E il giocatore nei radar è Andrea Cambiaso, protagonista finora di un’ottima stagione con la Juventus di Massimiliamo Allegri. Quella del ragazzo nato a Genova e cresciuto nel vivaio rossoblù, è stata una escalation di affidabilità costruita sulla fascia sinistra, di cui da metà novembre è diventato proprio padrone indiscusso. Bisogna registrare qualche sussurro partito da Madrid già in questa sessione di mercato, ma il club spagnolo ha capito che non era il tempo giusto per andare a bussare alla porta del club bianconero. Il gradimento però è alto ed è targato Carlo Ancelotti e famiglia, dunque il figlio Davide, suo fidatissimo assistente. Significa sostanzialmente una cosa: che l’intenzione sarebbe quella di andare dritti alla prossima sessione estiva e fare un’offerta da Real, tra i 40 e i 50 milioni.

La crescita di Cambiaso 

La Juventus ha scelto Cambiaso nell’estate del 2022 prendendolo dal Genoa per 8,5 milioni e mandandolo a giocare a Bologna, dove il ragazzo ha fatto bene, tanto da meritarsi la promozione nell’estate scorsa. In maglia bianconera Andrea ha messo in fila 19 partite di campionato con 1 gol e 3 assist a cui si aggiungono le 2 in Coppa con una rete e un passaggio vincente. Non è mai venuto fuori in modo netto (evidentemente anche la Juventus non aveva interesse che accadesse: quando non vuoi alimentare il mercato è così che si fa), ma la stagione di Cambiaso non è passata inosservata e dalla Premier sono arrivati sondaggi che intorno ai 30 milioni, nemmeno esaminati.

Le mosse di mercato: piace Calafiori

Se, come trapela, il Real davvero vuole continuare a monitorare e poi calare sul tavolo un’offerta degna del nome del club madridista, la Juve a luglio invece potrà ragionare. Come? Intascando una sontuosa plusvalenza a fronte di una proposta da 45 milioni e dintorni: vero che Fran Garcia è un investimento dell’ultima estate, quindi fresco, di Florentino (5 milioni al Rayo Vallecano per il classe 1999), ma Cambiaso (che è un 2000) non era ancora quello ammirato in questi mesi. Tornando alla Juventus, la fascia sinistra potrebbe indurre, soldi in tasca, a un nuovo investimento: Riccardo Calafiori (2002), che Thiago Motta ha reinventato difensore centrale, senza fargli dimenticare il ruolo originario, la fascia mancina, dove rafforzato da nuove certezze è anche tornato e ha fatto bene (con la Under 21, ma anche nel club all’occorrenza). Vero che sul futuro di Calafiori potrebbe pesare anche la scelta del suo mentore, il tecnico rossobù (dove allenerà?), ma la Juve è sempre la Juve e la stima di Giuntoli è alta. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA