Lazio, Luis Alberto mette fretta a Lotito: le ultime sul rinnovo

Dopo l’Al-Duhail si è fatto avanti l’Al-Ahli, ricco club di Gedda che è a caccia di big in Europa. Il Mago vuole chiarezza dal patron
Lazio, Luis Alberto mette fretta a Lotito: le ultime sul rinnovo© LAPRESSE
4 min
Daniele Rindone

ROMAIl Qatar più l’Arabia Saudita. Luis Alberto continua a ricevere maxiofferte e sondaggi. Dopo l’Al-Duhail s’è informato l’Al-Ahli, è il club di Gedda che sta offrendo cifre stellari a big sparsi in Europa. Ha in pugno Firmino, ormai ex Liverpool, gli riconoscerà un contratto da 20 milioni netti per tre anni. Punta Kessie del Barcellona, ha proposto 20 milioni per acquistarlo. Vuole Mahrez del City, il Daily Mail ha scritto che ha ricevuto un’offerta di due anni a 43 milioni totali. L’Al-Ahli avrebbe puntato anche il Mago della Lazio. All’improvviso Luis Alberto è entrato nel giro dei petrodollari, ma la Lazio è convinta di riuscire a tenerlo. Lotito da due settimane ha in programma di chiudere il rinnovo dello spagnolo. Ha preparato un contratto di 4 anni a 4 milioni. Ma finora non ci sono notizie di incontri né di firme imminenti. Luis ha aperto alla possibilità di restare pur avendo ricevuto dall’Al-Duhail (ricevuto da Lotito a Roma a fine aprile) una megaofferta da 8 milioni l’anno per 4 anni più opzione. Per la Lazio erano stati messi sul piatto 15 milioni. Lotito disse no. E’ normale che Luis aspetti un nuovo contratto. Il presidente è pronto a fare uno sforzo economico per garantire a Sarri la permanenza del Mago, diventato un punto fermo. C’è il rischio di perdere Milinkovic, la conferma dello spagnolo permetterebbe di ritoccare il centrocampo senza doverlo azzerare. Un conto è dover sostituire Sergej, un altro è dover rimpiazzare anche Luis. Domani si chiuderà la stagione, dall’1 luglio inizierà la nuova e aprirà il mercato. Sarà tempo di azioni.

Le mosse della Lazio per Luis Alberto e Milinkovic. E occhio a Pellegrini...

Lotito ha chiuso gli impegni con le regionali del Molise, martedì era in Lega per il Consiglio, ora deve stringere per garantire i primi colpi a Sarri e chiudere i casi interni. C’è il rinnovo di Luis Alberto da definire e c’è la conferma di Pellegrini da concretizzare. Lotito e la Juve sono in contatto da giorni. Il presidente sta spingendo per strappare un nuovo prestito alla Juve. Vorrebbe prendere Pellegrini fissando un riscatto a 8 milioni, a 7 milioni in meno rispetto alla cifra pattuita a gennaio (15 milioni). La Juve ha interesse a cedere Pellegrini, ma deve fare i conti con il bilancio. Il terzino era stato acquistato nel 2019 nell’ambito dell’affare Spinazzola siglato con la Roma, ci fu un calcolo di plusvalenze. Lotito non deve solo trovare l’accordo con i bianconeri, punta a ritrattare l’accordo con il giocatore. Era stato trovato a gennaio in previsione della permanenza. Pellegrini da luglio guadagnerà circa 3 milioni, la Lazio gli chiederà uno sconto. Sarri ha chiesto la conferma dell’esterno, se salterà si dovrà acquistare un altro terzino. Conviene anche a Lotito trovare un doppio accordo. Pellegrini ha 24 anni, si è inserito negli schemi di Mau. E’ lazialissimo. Non c’è un clone. Sarri tiene sempre a mente il nome di Parisi dell’Empoli, ma per lui servono almeno 10 milioni. In ballo può tornare Valeri della Cremonese, altro esterno di fede laziale. Ed è rispuntato Kerkez dell’AZ Alkmaar. Ha sfidato la Lazio in Conference League e si è ben presentato. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti