Solbakken alla Roma, ma Mourinho vuole altro: idea Aouar

Non sarà un mercato facile per i giallorossi, condizionati dal Fair Play. Il sogno rimane Frattesi, sul quale il club lavorerà per il 2023-2024
Solbakken alla Roma, ma Mourinho vuole altro: idea Aouar© LAPRESSE
4 min
Guido D'Ubaldo
TagsSolbakkenRomaMourinho

Non sarà un mercato facile per la Roma, anzi, sarà molto difficile fare operazioni in entrata. La società giallorossa deve rientrare nei paletti imposti dall’Uefa per rispettare il Fair Play Finanzario, che prevede anche il pagamento di una multa. Di sicuro di cinque milioni, ma che potrebbe arrivare a trentacinque nel caso la Roma facesse acquisti che sforano il budget. Inoltre il club dovrà rispettare anche alcune rateizzazioni con il fisco. Mourinho dovrà arrangiarsi e fare di necessità virtù, come ha fatto in queste stagioni, lanciando giovani. Ma il tecnico portoghese avrebbe bisogno di un grande centrocampista, in attesa di Wijnaldum (il cui rientro non è previsto a breve termine), per far ripartire la Roma. Tiago Pinto non può muoversi senza prima cedere, insomma non è una situazione facile. 

Wijnaldum dopo l'infortunio: "Vivo come un monaco"
Guarda il video
Wijnaldum dopo l'infortunio: "Vivo come un monaco"

Certezza

L’unico rinforzo sicuro è quello di Ola Solbakken, che il dirigente portoghese si è assicurato da mesi e che nei prossimi giorni sarà nella Capitale per sottoporsi alle visite mediche. Arriverà a parametro zero e quindi non grava sulle casse della società. Tiago Pinto ci ha lavorato da mesi, poi Mourinho ha dato il suo avallo. Il norvegese non andrà con la squadra in Giappone, perchè il Bodø, nonostante il campionato nel suo Paese sia fermo, non lo libera in anticipo. Chissà se Solbakken, che nella passata stagione è stato la bestia nera della Roma in Conference League, risolverà i problemi dell’attacco della squadra giallorossa, ma per le sue caratteristiche è un giocatore duttile. E’ una punta esterna, che gioca a destra, ma può giocare anche a sinistra. Di sicuro non è un centravanti. Nella Roma può fare il trequartista con Zaniolo nel 3-4-2-1, oppure anche il centrocampista esterno a tutta fascia, in questo modo risolvendo i problemi sorti dopo la rottura con Karsdorp. La Roma non può privarsi a cuor leggero dell’olandese, considerate le difficoltà ad operare sul mercato e a trovare un sostituto. In ogni caso anche senza considerare Karsdorp, Mourinho ha Celik e Zalewski a destra e Spinazzola e Viña a sinistra. 

Aouar

Il ruolo dove c’è più urgenza di intervenire è quello del centrocampista. Alla Roma è stato offerto Houssem Aouar, uno dei giocatori più talentuosi del Lione che ha il contratto in scadenza a giugno e ha già fatto sapere che non intende rinnovarlo. Ogni tentativo del club è stato vano. Rappresenta quindi un’occasione e molti club sono interessati. Il suo entourage si sta muovendo già da tempo per trovare una nuova sistemazione. E fra le tante possibili destinazioni del franco-algerino ci potrebbe essere anche la Serie A. Nelle ultime ore si sta muovendo il Milan, che sembra essere passato in vantaggio. Per prendere il giocatore a gennaio, pagando un indennizzo, oppure aspettare giugno per averlo gratis. La Roma si era mossa prima per il fantasista lionese che può aggiungere qualità tra il centrocampo e la trequarti. Il club giallorosso già la scorsa estate aveva trattato sia con l'agente che con il Lione e tornerà alla carica per cercare di colmare una lacuna. Ma non ci sono solo le italiane su Aouar, c’è la concorrenza di un paio di club della Premier, che possono offrire ingaggi più alti. 

Frattesi

Il sogno della Roma resta però Davide Frattesi, il centrocampista cresciuto nel vivaio che è stato vicino al ritorno già la scorsa estate. Tiago Pinto lo stima molto, ma con il Sassuolo non è stata raggiunta un’intesa dopo settimane di trattative. La Roma ci riproverà in vista della prossima stagione, puntando sulla volontà del ragazzo, che vuole solo la Roma. Inoltre il club giallorosso può scontare una percentuale sulla futura rivendita del centrocampista prevista nel contratto e sugli ottimi rapporto con il Sassuolo, che può scegliere come parziale contropartita tra i giovani più interessanti del vivaio, a cominciare da Bove, Volpato e Tahirovic.

La moglie di Belotti: "Non è vero che preferisco Torino a Roma"
Guarda il video
La moglie di Belotti: "Non è vero che preferisco Torino a Roma"


Commenti