Juve, più squadra del Real. Ecco perché va a Berlino

Nei 180' ha meritato la finale. L'ha voluta più dei campioni d'Europa.
Juve, più squadra del Real. Ecco perché va a Berlino© REUTERS
3 min
Alberto Polverosi

La ragione per cui è stata la Juve, e non il Real Madrid, a conquistare un posto a Berlino è semplice: i campioni d’Italia lo hanno voluto più dei campioni d’Europa e del mondo, il giovane Morata più del Pallone d’Oro Ronaldo, il debuttante (in finale) Allegri più dell’esperto (tre Champions in bacheca) Ancelotti.
   Nei 180 minuti, il Real ha attaccato di più, ma la Juve ha avuto le stesse occasioni da rete dei madridisti e si è dimostrata più squadra. Qui al Bernabeu, in un caldo insopportabile, la squadra di Allegri è sempre stata dentro la partita, anche quando era sullo 0-1 e la qualificazione era del Real. Questa è stata la sua forza, la personalità che ha portato Massimiliano Allegri.
   Nel primo tempo, il Real ha giocato meglio, eppure ha sbagliato. Ha sbagliato perché doveva piazzare il colpo decisivo, il secondo gol. La Juve glielo ha impedito e nella ripresa è tornata fortemente in partita. Morata ha segnato la rete dell’1-1 e della qualificazione, poi i campioni d’Italia hanno iniziato a difendersi, ma ripartendo quasi sempre, tant’è vero che le migliori occasioni da gol sono capitate a Marchisio e Pogba. Al Real è mancato il suo attacco d’oro: Ronaldo s’è visto solo per il rigore, mentre Bale ha sbagliato la mira di tutte le conclusioni. Il migliore è stato Sergio Ramos, riportato da Ancelotti nel suo ruolo di difensore centrale. Nella Juve, oltre a Morata e Buffon, da elogiare tutto il centrocampo: nel secondo tempo Marchisio, Pogba e Vidal sono stati fortissimi.
  
  
Real Madrid-Juventus 1-1
----------------------------------
REAL MADRID (4-3-3): Casillas; Carvajal, Varane, Sergio Ramos, Marcelo; Isco, Kroos, James Rodriguez; Bale, Benzema (22' st Hernandez), Cristiano Ronaldo. Allenatore: Ancelotti. A disposizione: Navas, Pepe, Arbeloa, Coentrao, Illarramendi, Jesé
JUVENTUS (4-1-3-2): Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Evra; Pirlo (34' st Barzagli); Marchisio, Vidal, Pogba (44' st Pereyra); Tevez, Morata (39' st Llorente). Allenatore: Allegri. A disposizione: Storari, Padoin, Sturaro, Coman
ARBITRO: Eriksson (Svezia). Arbitri d’area: Martin Strobergsson e Markus Strombergsson. Guardalinee: Klasenius e Warnmark. Quarto uomo: Gustavsson
MARCATORI: 23' pt Cristiano Ronaldo (J) su rigore, 12' st Morata (J)
AMMONITI: 31' pt Isco (RM), 25' st Tevez (J) per gioco falloso, 44' pt James Rodriguez (RM) per simulazione, 32' st Lichtsteiner (J) per comportamento non regolamentare
NOTE: Spettatori paganti oltre 80.000. Angoli: 8-6 per il Real Madrid. Recupero: 1' nel pt, 4' nel st

Champions, i migliori video

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti