Conte all'Inter, petizione tifoso Juve: Togliete la stella
© EPA
Champions League
0

Conte all'Inter, petizione tifoso Juve: Togliete la stella

In poche ore migliaia di firme, l'ex tecnico bianconero viene accusato di tradimento da parte della sua precedente tifoseria

ROMA - Si aspetta solo l'ufficialità, ma la scelta di Antonio Conte di andare ad allenare l'Inter già ha scatenato le due tifoserie più contrapposte d'Italia, quella interista e quella juventina. La Curva Nord nerazzurra, che accoglierà a breve il tecnico dal quasi ventennale trascorso bianconero (tra campo e panchina), ha già lanciato un chiaro messaggio al nuovo allenatore attraverso il saluto a Spalletti - "Riteniamo Spalletti esser stato onorevole interprete della signorilità e dei valori che vorremmo sempre venissero rispettati da chi prenderà il suo posto in futuro" - mentre i supporter della Juve più accesi sono furiosi con il loro ex beniamino tanto da pensare ad un'iniziativa drastica: togliere la stella a lui dedicata dallo Stadium. 

CONTE, VIA LA STELLA DALLO STADIUM: LA PETIZIONE

Da Ravenna l'utente di change.org "Buddy Guy Black & White" ha lanciato una petizione online per supportare la richiesta di cancellare il riconoscimento che porta il nome dell'ex centrocampista bianconero e tecnico dei primi tre scudetti degli otto consecutivi di questo decennio. Le cinquanta stelle dello Stadium sono state assegnate nel 2010 dai membri dei fan club riconosciuti dalla società bianconera e del programma Juventus Membership su base statistica (un minimo di 150 presenze o 100 reti segnate) e del palmarès durante il periodo di militanza nella società torinese (sia a livello di club che delle nazionali).

Questo il testo che accompagna la petizione, che al momento di scrivere conta già seicento firme sulle mille richieste: "Antonio Conte è stato un capitano amato, uno di quelli che giocava anche con il cuore, poi è diventato allenatore e con una rosa non di primo piano ha riportato dopo calciopoli ed i settimi posti un tricolore insperato e questo può essere comparato secondo me alla vittoria di una Champions, proprio per l'importanza storica che ha significato...poi ha lasciato per motivi che probabilmente non sono del tutto chiari a due giorni dall'inizio della stagione, non una bella cosa ma fin qui rientra ancora in una logica...quello che sarà, per quanto mi riguarda, uno spartiacque indelebile nel giudicare Conte sarà il suo approdo all'Inter...sappiamo che gli allenatori così come i giocatori ed i dirigenti sono professionisti ed hanno tutto il diritto di fare delle scelte professionali che vanno al di là "dell'appartenza", se Mou arrivasse alla Juve non farebbe nulla di male contro gli interisti, così come Sarri o come è stato in passato per Capello dalla Roma perchè le cose che si dicono nel corso delle stagioni rientrano tutto sommato in scontri dialettici dettati dal momento, da situazioni "di campo"...nel caso di Conte all'Inter è secondo me qualcosa di assai diverso, non è solo un ex juventino, professionista, che va in una squadra rivale, molti ce ne sono stati in passato...qui si tratta di una persona che va in una società in cui al proprio interno, ancora oggi, ci sono individui come Zanetti o Tronchetti Provera (main sponsor storico), per fare due nomi a caso, che non hanno mai nascosto la loro opinione circa la Juventus che gli rubava gli scudetti, quella stessa Juventus in cui Conte giocava ed era protagonista...andare all'Inter per Conte non è una scelta professionale, una scelta professionale sarebbe andare al Napoli, alla Roma, al Milan...andare all'Inter significa entrare in una società che ha provato, fortunatamente non riuscendoci, attraverso diversi canali più o meno chiari di ANNIENTARCI e di buttare fango su una storia di cui lo stesso Conte è stato indubbio protagonista...andare all'Inter non è una scelta professionale, andare all'Inter significherà calpestare in primis la propria dignità...per quanto mi riguarda la stella allo stadium rappresenta la juventinità e non solo il passato...facendo questo salto Conte non rappresenta più la juventinità, lo spirito e i valori che impersonificano le altre stelle. A Boniek non è stata data per lo stesso motivo e ne era più meritevole di Conte, a questo punto. Faccio solo qualche nome per capirci: NEDVED - BUFFON - MARCHISIO - DEL PIERO - TOTTI - DE ROSSI E GATTUSO (proprio in questi giorni)"

INTER, CONTE GIA' AL LAVORO

Inter, ufficiale l'addio a Spalletti

 

Tutte le notizie di Champions League

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti