Champions League
0

Finale Champions 2020, Coman regala il trionfo al Bayern sul Psg

Un gol dell'ex juventino regala la sesta Champions ai bavaresi, che chiudono vincendo tutte le partite della competizione e centrano il Triplete

Finale Champions 2020, Coman regala il trionfo al Bayern sul Psg
© Getty Images

Ha vinto il collettivo contro i solisti, ha vinto la squadra contro i talenti. Neymar e Mbappé si devono inchinare all'ex juventino Coman, il trionfo in Champions del Bayern Monaco è il premio al lavoro di una società solida, quadrata, ricca ma non incline a investimenti sfarzosi e megalomani come quelli del Psg. E' il traguardo tagliato ancora una volta da chi preferisce costruire anno dopo anno una squadra e riportarla a vincere in Europa dopo 7 stagioni, è l'ennesimo fallimento di chi ha pensato che bastasse tirare fuori 400 milioni e prendere due assi come Neymar e Mbappè per iniziare a dominare in lungo e in largo. Tuchel si ferma a quattro titoli stagionali (scudetto, Coppa di Francia, Coppa di Lega e Supercoppa francese), ma fallisce l'obiettivo più ambito: il suo futuro al Psg ora è tutto da decifrare. Flick invece vince il derby tedesco in panchina e tutte le partite della competizione (incredibile 11 su 11), regala al Bayern la sesta Champions (uguagliato il Liverpool, meglio hanno fatto solo Milan 7 e Real Madrid 13) e soprattutto porta a casa un fantastico Triplete (ha vinto anche scudetto e Coppa di Germania).

Neymar e Mbappé non colpiscono

Nella notte di Lisbona, dove si avvertiva nell'aria la presenza di Cristiano Ronaldo in città, la partita è stata a lungo equilibrata. Il Bayern ha usato le sue solite armi, pressione alta, maggiore possesso palla (60%) e grande capacità di azionare dagli esterni il suo cecchino: Lewandowski si è presentato con una girata che si è stampata sul palo e con un colpo di testa da due passi in avvitamento che ha fatto esaltare Keylor Navas. Dall'altro lato il Psg ha costruito molto sulle ripartenze veloci dei suoi assi, Mbappè e Neymar, capaci insieme a Di Maria, in un effervescente primo tempo, di costruire e sprecare tre occasioni limpide per firmare il vantaggio parigino, anche perché di fronte hanno trovato un super Neuer

Coman regala il trionfo al Bayern

A rompere l'equilibrio dopo un'ora di gioco ci ha pensato l'ex juventino Coman, irresistibile sulla fascia con i suoi numeri e impeccabile quando ha ricevuto un assist al bacio da Kimmich: inzuccata perfetta sul palo lontano e festa Bayern. Un gol che ha scosso il Psg, prima vicino al pari con Marquinhos (ancora super Neuer con le sue uscite a croce), poi non aiutato dal'arbitro Orsato (contatto in area fra Kimmich e Mbappé sul quale non è intervenuto nemmeno il Var Irrati) e poi sprecone con Neymar in pieno recupero. Non ha dato una svolta l'ingresso in campo di Verratti nell'ultima mezz'ora al posto dell'ex romanista Paredes, così come dall'altro lato non ha impressionato Perisic in campo nel finale. Serata triste per Icardi, che ha visto tutta la partita dalla panchina. Ha vinto il collettivo contro i solisti, ha vinto la squadra contro i talenti. E' una notte di festa solo per il Bayern Monaco.

Psg-Bayern 0-1: tabellino e statistiche

Tutte le notizie di Champions League

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti