Van Bronckhorst e la frase su Kvaratskhelia: "Dobbiamo fermare quello col nome difficile"

Alla vigilia del match di Ibrox l'allenatore dei Rangers tesse le lodi del Napoli, di Spalletti e dell'esterno georgiano, del quale però non riesce a pronunciare nome e cognome...
Van Bronckhorst e la frase su Kvaratskhelia: "Dobbiamo fermare quello col nome difficile"© EPA
3 min

Cinque anni dopo, Giovanni Van Bronckhorst ritrova il Napoli da avversario in Champions League. L’ex fluidificante di Barcellona, Arsenal e Rangers, oltre che della nazionale olandese, aveva già affrontato gli azzurri nella fase a gironi dell’edizione 2017-’18 alla guida del Feyenoord, perdendo 3-1 nell’allora San Paolo, ma spuntandola 2-1 al De Kuip in un girone che vide il Napoli chiudere al terzo posto proprio davanti agli olandesi.

Van Bronckhorst e la spinta di Ibrox: "Giocare in casa ci dà una spinta in più"

Ora però a dare al tecnico qualche speranza in più in un esito differente rispetto a quello di un lustro fa a Fuorigrotta ci sarà la spinta di Ibrox e dei tifosi dei Rangers, decisi a trascinare la squadra a superare il momento difficile dopo le pesanti sconfitte nell’Old Firm contro il Celtic e nella prima giornata del girone di Champions League contro l’Ajax. Intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match Van Bronckhorst non ha nascosto cosa rappresenti per la propria squadra giocare ad Ibrox: “Giocare in casa o in trasferta per noi fa una notevole differenza. Se si allenano i Rangers o si è un giocatore dei Rangers due sconfitte di fila non sono accettabili, ma questo non deve cambiare la nostra filosofia di gioco".

"Spalletti è un maestro e il Napoli è fortissimo"

Niente strategie speculative, quindi, nonostante Van Bronckhorst conosca la forza del Napoli. Il tecnico olandese sembra però avere già le idee chiare sul pericolo numero uno, identificato in Khvicha Kvaratskhelia, "nemico" dell'allenatore dei Rangers anche sul piano... linguistico: "Sappiamo che affronteremo una squadra molto forte, sono primi in campionato e sono partiti forte in Champions e che quindi ci aspetta un compito molto difficile. Spalletti è un grande allenatore, mi piace come fa giocare le sue squadre. L’ala sinistra dal nome difficile è molto forte - ha sorriso GVB - Sa usare entrambi i piedi, è velocissimo e sa creare molti pericoli. Dovremo fare in modo di non farlo entrare in partita".


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Champions, i migliori video

Commenti