Pagelle Fiorentina: Beltran lotta

Le valutazioni degli uomini di Italiano dopo il pareggio di Budapest

Fiorentina   

Italiano (all.) 7 

La qualificazione diretta agli ottavi è una medaglia da mettere sul petto. Tartassato dalle defezioni, rimonta la gara: la Fiorentina risponde alle sue sollecitazioni. 

Christensen 7,5 

Sta crescendo davvero tanto. Tre parate di alto livello, sempre attento. Una delle migliori notizie di ieri. 

Kayode 5,5 

In difficoltà nel secondo tempo contro Marquinhos. Italiano lo riprende in alcune circostanze. 

Milenkovic 6,5 

Innervosito dall’arbitro (e infatti rischia un po’ troppo protestando quando becca il cartellino giallo), non perde concentrazione e attenzione. Sfiora il gol ed è partecipe al pareggio di Ranieri. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ranieri 7,5 

Onnipresente in difesa: dove c’è da chiudere, spunta lui. E poi la soddisfazione di un gol fondamentale (il terzo in Europa): serata perfetta. 

Parisi 6 

Ritrova parte della sua sicurezza. Niente di così esaltante, ma la prestazione è sufficiente. 

Maxime Lopez 5,5 

Dovrebbe stare nel cuore della manovra ma invece sembra uscirne: non ha ancora la personalità di Arthur. Deve crescere. 

Mandragora 6 

Un bel tiro che Dibusz gli devia, poi prende un’ammonizione che potrebbe condizionarlo. Resta comunque discretamente bene in partita. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nzola (18’ st) 5,5 

Ci prova portando il fisico in mezzo ai centrali del Ferencvaros, però sbaglia una palla gol che meritava ben altra sorte: il suo tiro a colpo quasi sicuro finisce fuori. 

Nico Gonzalez sv 

Era partito bene, scatti e iniziative. Poi l’infortunio muscolare. Forse lo tradisce anche un terreno di gioco non all’altezza dello stadio. 

Ikoné (18’ pt) 5 

Sbaglia una valanga di palloni e di situazioni per tutta la gara. Beltran gli invia un pallone d’oro per affrontare Dibusz e lui fallisce il “fondamentale”: il controllo. Così non va proprio. 

Barak 6 

Un po’ in sofferenza, senza una condizione ancora ottimale. Cresce un po’ nella ripresa, quando Italiano varia l’assetto della squadra con le due punte. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Brekalo 5,5 

La volontà ce la mette, soprattutto nella prima parte, ma le cose non gli riescono. E la Fiorentina, lì a sinistra, non incide. 

Kouame (18’ st) 6 

Si fa trovare sui lanci lunghi, non piazza dribbling o scatti ma partecipa al forcing per il pareggio. 

Beltran 6 

Combatte con un ruolo (centravanti nel 4-2-3-1) che non ha ancora assimilato e che lo induce a essere più sponda che prima punta. Magari perde qualche pallone, ma le qualità tecniche escono fuori: il lancio a Ikoné è veramente bello. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Fiorentina   

Italiano (all.) 7 

La qualificazione diretta agli ottavi è una medaglia da mettere sul petto. Tartassato dalle defezioni, rimonta la gara: la Fiorentina risponde alle sue sollecitazioni. 

Christensen 7,5 

Sta crescendo davvero tanto. Tre parate di alto livello, sempre attento. Una delle migliori notizie di ieri. 

Kayode 5,5 

In difficoltà nel secondo tempo contro Marquinhos. Italiano lo riprende in alcune circostanze. 

Milenkovic 6,5 

Innervosito dall’arbitro (e infatti rischia un po’ troppo protestando quando becca il cartellino giallo), non perde concentrazione e attenzione. Sfiora il gol ed è partecipe al pareggio di Ranieri. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA
1
Pagelle Fiorentina: Beltran lotta
2
Pagina 2
3
Pagina 3
4
Pagina 4