Calciomercato

Vedi Tutte
Calciomercato

Calciomercato, Ibrahimovic a Verratti: «Vieni al Manchester»

Calciomercato, Ibrahimovic a Verratti: «Vieni al Manchester»
© EPA

Pronta una maxi offerta per il centrocampista italiano: si parla di 100 milioni di euro!

Sullo stesso argomento

 

domenica 12 giugno 2016 14:02

ROMA - Era nell’aria che con Mou allo United sarebbe partita la caccia alle stelle. Zlatan Ibrahimovic aspetterà la fine dell’Europeo - a meno di anticipi all’annuncio per ora non previsti - per dire che giocherà in Premier la sua nuova sfida (l’ultima? con uno così mai dire mai). Ma non è finita, anzi è appena cominciata. Sapete quale nome ha puntato adesso lo Special One? Marco Verratti. E Ibra non poteva che dirgli: «E’ il nome che fa per noi». Hanno vinto insieme scudetti e Coppe a Parigi, hanno provato a scalare la Champions League e chissà che con Mou non ci si riesca... E’ storia di questi giorni, di queste ore, tra le vacanze di lavoro a Ibiza del centrocampista italiano con il suo manager, l’avvocato Di Campli, qualche contatto che non viene né confermato né smentito (il contatto...), Mou che ha la testa dentro lo United perché è in Premier che vuole costruire la sua rivincita. E Ibra che in Francia si gioca l’Europeo.

IBRA, PRESA UNA SUPER VILLA

OFFERTA CHOC - La storia è circostanziata. I soldi che lo United è pronto a mettere sul piatto? Tenetevi forte, 100 milioni, l’euro in più o in meno non dovrebbe fare troppo la differenza. Una offerta di questo genere, una volta formalizzata seriamente creerebbe imbarazzi a chiunque. Cento milioni, la soglia posta dalla Juve per Pogba che comunque resta incedibile anche se il pressing del Real non si allenta. Mou fa sul serio, Zlatan vuole il suo amico a Manchester. I due hanno legato molto. Parigi registra i rumors e aspetta che la cosa si faccia concreta. L’intenzione è non cedere e lo sceicco non si fa commuovere da cento milioni. Lui magari. Nelle casse di un club possono fare comodo. Anche di un club opulento come il Psg, che poi dovrebbe comunque fare i conti con una piazza in cui dopo i saluti di Ibra dovrebbero essere digeriti anche quelli del centrocampista italiano.

Leggi l'articolo completo sull'edizione del Corriere dello Sport-Stadio oggi in edicola

Articoli correlati

Commenti