Europa League
0

Inzaghi: "Lazio, battiamo il Rennes e vediamo. Uscire? Nessun vantaggio"

Il tecnico biancoceleste ha presentato la sfida ai francesi decisiva per le sorti del girone: "Vinciamo e speriamo nel Celtic. In Europa nessuno regala niente"

Inzaghi:
© Getty Images

RENNES - Poche speranze, ma la Lazio ci proverà lo stesso a centrare i sedicesimi di Europa League. L'allenatore Simone Inzaghi, in conferenza stampa, ha parlato della sfida al Rennes senza dimenticare l'altro incontro del girone, Cluj-Celtic, decisivo per le sorti biancocelesti: "Noi abbiamo preparato la partita molto bene, i ragazzi sono stati bravi. Vogliamo fare bella figura contro una squadra forte che è tornata a correre in campionato. In Europa nessuno regala niente, vedremo. Le mie scelte? Andrà in campo la miglior squadra. Ho portato Berisha che non sarà titolare, ma forse entrerà a gara in corsa. Volevo fare lo stesso con Marusic, ma ha accusato un problema alla caviglia. Domani valuteremo Adekanye. Serve una partita attenta, sarà così, i ragazzi hanno voglia. Ho fiducia in chi non gioca spesso, perché é sempre pronto".

Inzaghi in conferenza stampa

Sulla possibile uscita del torneo, Inzaghi ha commentato: "Non è un vantaggio andare fuori, non mi piace come parola. Teniamo all'Europa League, due anni fa abbiamo fatto benissimo, l'anno scorso siamo usciti per tanti infortuni. A livello di gioco è stato un buon torneo, sono mancati episodi a nostro favore. Le parole di Capello? I complimenti fanno piacere. Siamo tecnici e fisici. Questo è  un buon momento, ma adesso ci guarderanno ancora di più. Serve umiltà e pensare che siamo forti". Poi su Luis Alberto: "Prima della Juventus aveva un problemino di affaticamento muscolare. In questi due giorni si è allenato bene, penso che possa giocare dall'inizio. È nella mia mente. A casa abbiamo lasciato alcuni giocatori importanti. Lulic è con noi, forse si farà anche uno spezzone di partita".

Tutte le notizie di Europa League

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti