Napoli-Az Alkmaar 0-1: Gattuso, esordio amaro in Europa League

Gli azzurri dominano (73% di possesso palla) ma non trovano la via del gol. Gli olandesi colpiscono in una delle pochissime azioni offensive con De Wit
Napoli-Az Alkmaar 0-1: Gattuso, esordio amaro in Europa League© FOTO MOSCA

Inizia con il piede sbagliato l’avventura europea del Napoli: l’Az Alkmaar sbanca il San Paolo e costringe Gattuso alla prima sconfitta stagionale, almeno sul campo. Non è bastato fare poco turnover all’allenatore per rivedere la squadra che sabato scorso aveva travolto l’Atalanta, la partita è stata molto più complicata del previsto. Soprattutto perché gli olandesi hanno trascorso quasi l’intera partita arroccati in difesa, riducendo al minimo gli spazi per l’attacco azzurro, e hanno colpito in uno dei rari ribaltamenti offensivi. Ha fatto oltre il 70% di possesso palla e ha avuto sempre in mano la partita il Napoli, ma non è mai riuscito a sorprendere la difesa olandese. E, nelle poche volte che è riuscito a trovare il corridoio giusto, non ha avuto la stessa cattiveria che l’aveva portata a travolgere la squadra di Gasperini. Hanno sbagliato più volte sotto porta Politano, Mertens e Osimhen, non hanno funzionato nemmeno i cambi di Gattuso che le ha provate tutte nell’ultima mezz’ora dopo aver preso il gol di De Wit. Ma il rientrante Insigne, Petagna, Demme, Bakayoko e Mario Rui non sono bastati a dare una scossa alla partita, probabilmente sottovalutata alla vigilia visti i numerosi casi di Covid che hanno costretto all’Az ad arrivare a Napoli con gli uomini contati. Si fa già difficile l’impegno di giovedì prossimo in Spagna con la Real Sociedad: contro David Silva non saranno ammesse altri passi falsi.

Osimhen e il Napoli non sfondano, De Wit sì: Gattuso beffato
Guarda la gallery
Osimhen e il Napoli non sfondano, De Wit sì: Gattuso beffato

Il Napoli non sfonda, De Wit lo punisce

La partita del Napoli si svolge quasi tutta nella metà campo avversaria e porta a creare diverse occasioni. E' Politano il primo a scaldare i guanti di Bizot al 22' con una conclusione da fuori area. Prendono fiducia i partenopei che proprio con Osimhen vanno ancora a impensierire l'estremo difensore olandese, attento tra i pali. Gattuso non si risparmia con le urla dalla panchina e in piu' di un'occasione va a redarguire Lobotka, forse il meno pimpante del primo tempo. Al minuto 35' la palla gol piu' grande del primo tempo ce l'ha sui piedi Dries Mertens che dal limite dell'area fa la barba al palo a Bizot battuto. Il predominio napoletano non basta. Conta buttarla dentro e i primi a riuscirci sono i giocatori dell'Az Alkmaar: al 57’ della ripresa De Wit viene servito da Svensson e batte Meret da pochi passi. Petagna sostituisce Osimhen e al 68' va vicinissimo all'incrocio dei pali con un colpo di testa.Nell'ultima mezz'ora il Napoli ci prova sfidando il cronometro, un paio di volte con il sinistro velenoso di Politano: troppa fretta nel verticalizzare e cinismo che è mancato. L’esordio in Europa League è da dimenticare al più presto.

Napoli-Az Alkmaar 0-1: tabellino e statistiche

Commenti