Stella Rossa-Milan 2-2: Stankovic riprende Pioli nel recupero

I rossoneri chiudono il primo tempo in vantaggio grazie ad un autogol, nella ripresa Kanga e Theo Hernandez realizzano un rigore a testa e al 93' Pavkov firma la beffa, con i padroni di casa in 10 uomini
Stella Rossa-Milan 2-2: Stankovic riprende Pioli nel recupero© EPA

Milan beffato sul più bello dalla Stella Rossa, che trova il gol del 2-2 in 10 uomini (Rodic espulso per doppia ammonizione al 77') al terzo dei quattro minuti di recupero assegnati dall'arbitro. La qualificazione agli ottavi di Europa League per i ragazzi di Pioli è quindi rinviata al ritorno che si giocherà a San Siro. Aver segnato due gol in trasferta resta un dato positivo, ma non basta a togliere l'amaro in bocca. L'ex Inter Stankovic ha giocato il "suo" derby con la determinazione che lo ha sempre contraddistinto e, tra una discussione e l'altra con Pioli, è riuscito a strappare un pareggio importante per sperare ancora nell'impresa. I rossoneri avevano chiuso il primo tempo in vantaggio grazie ad un autogol di Pankov; nella ripresa era stato assegnato un rigore a testa realizzato prima da Kanga per l'1-1 e poi da Theo Hernandez per quell'1-2 che sembrava dovesse essere il risultato finale. Ma all'ultimo respiro il colpo di testa vincente del subentrato Pavkov ha rimesso tutto in discussione. Altra notizia poco positiva per il Milan è il nuovo ko di Bennacer, costretto ad abbandonare il campo per un fastidio muscolare al 38', quando è stato sostituito da Tonali.

Belgrado amara per il Milan, raggiunto nel recupero da Pavkov
Guarda la gallery
Belgrado amara per il Milan, raggiunto nel recupero da Pavkov

Due gol annullati al Milan e poi autogol della Stella Rossa

C'è Mandzukic (per la prima volta titolare) a guidare l'attacco rossonero, mentre l'italiano Falcinelli è al centro del tridente schierato dall'ex Inter Stankovic.  Il primo brivido arriva al 6' quando Castillejo s'infila nel cuore della difesa di casa, raccoglie un bel filtrante e spedisce il pallone in rete; il suo gol però è annullato per fuorigioco. Tre minuti dopo è Rebic a provarci, ma il portiere Borjan devia in calcio d'angolo. Il Milan prende il sopravvento e al 12' segna Theo Hernandez che sfrutta una uscita a vuoto del portiere, ma anche la sua realizzazione viene annullata. Questa volta interviene il VAR, che rileva un tocco con il braccio in fase di controllo. Borjan è ancora decisivo al 19' su una bordata dalla distanza di Krunic. Donnarumma risponde repingendo con le gambe la conclusione dalla destra di Ivanic, autore del primo tentativo degno di nota della Stella Rossa. Ma è subito e di nuovo Milan, con Rebic che però alza troppo il mirino e non centra il bersaglio. I padroni di casa si rivedono in attacco al 24', quando Gigio si fa trovare pronto su un tiro improvviso tentato ancora da Ivanic, il migliore dei suoi. Al 38' si ferma Bennacer, costretto a lasciare il campo a causa di un infortunio muscolare: Pioli lo sostituisce con Tonali. Il vantaggio rossonero arriva al 42' grazie ad un autogol: è Pankov a spingere il pallone nella propria porta da due passi dopo un cross di Castillejo dalla destra, ma anche l'estremo difensore Borjan ha le sue colpe. La reazione dei padroni di casa porta ad una temibile girata di Milunovic, ma il suo destro finisce alto sopra la traversa. I due minuti di recupero assegnati non regalano ulteriori emozioni e l'arbitro manda tutti negli spogliatoi.

Stella Rossa, Stankovic scatenato dopo i gol al Milan
Guarda la gallery
Stella Rossa, Stankovic scatenato dopo i gol al Milan

Un rigore a testa, ma poi la Stella Rossa in 10 trova il pari al 93'

Il secondo tempo porta un volto nuovo nell'attacco del Milan: Leao prende il posto di Rebic. A rendersi subito pericolosa però è la Stella Rossa: Ben semina il panico nell'area ospite e poi calcia di potenza sul primo palo, ma Donnarumma gli concede solo il calcio d'angolo. Al 50' l'arbitro assegna un calcio di rigore ai padroni di casa per un tocco di braccio (molto largo) di Romagnoli, che diventa anche il primo ammonito della partita. Dal dischetto Kanga non sbaglia e realizza l'1-1: Donnarumma indovina l'angolo giusto ma il tiro è preciso e potente. L'arbitro pareggia subito il conto dei cartellini ammonendo Milunovic. Stessa sorte tocca a Rodic pochi minuti dopo per una entrata da dietro, in ritardo e pericolosa, su Tonali. La partita si accende in campo e anche tra le due panchine, con una discussione tra Pioli e Stankovic. Al 59' Pankov, l'autore dell'autogol, crolla su Theo Hernandez in area: è rigore per il Milan. Dal dischetto va proprio l'esterno sinistro rossonero che realizza il penalty e firma l'1-2. Stankovic al 62' manda in campo un altro italiano, l'ex Benevento e Lecce Filippo Falco, che prende il posto di Ben. Cinque minuti dopo Castillejo sfiora il terzo gol ospite provando a sorprendere Borjan sul primo palo dopo un cross di Leao. Al 70' Milunovic rischia la seconda ammonizione per un fallo su Castillejo in ripartenza, ma l'arbitro lo grazia. Diverso il trattamento riservato subito dopo a Mandzukic per una sbracciata di troppo: cartellino giallo. Ancora un cambio per Stankovic al 74': fuori Gobeljic e dentro Gajic. Due minuti dopo la Stella Rossa resta in 10 uomini per la seconda ammonizione maturata da Rodic. Gli ultimi cambi del match vedono uscire Theo Hernandez, Mandzukic, Ivanic, Falcinelli e Petrovic per Dalot, Calhanoglu, Axel Bakayoko (ex Inter primavera), Pavkov Sanogo. Al terzo dei quattro minuti di recupero assegnati Donnarumma viene ammonito per proteste e subito dopo, sugli sviluppi di un calcio d'angolo, il subentrato Pavkov trova di testa una traiettoria vincente che si infila oltre la linea e determina il risultato finale di 2-2. Una vera beffa per il Milan, sancita dal triplice fischio.

Filip Stankovic, che esultanza per il pari del padre!
Guarda il video
Filip Stankovic, che esultanza per il pari del padre!

Corriere dello Sport in abbonamento

Offerta Speciale, sconto del 56%

In occasione della ripartenza delle coppe europee puoi leggere il tuo quotidiano sportivo a soli 23 centesimi al giorno!

Offerta valida solo fino al 15 Marzo 2021

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti