Italia, Mancini o Ancelotti: sì il 20 maggio

A campionati conclusi verrà ufficializzata la scelta del nuovo ct Conte e Ranieri sullo sfondo. L’esordio l’1 giugno con la Francia
Italia, Mancini o Ancelotti: sì il 20 maggio© Getty Images
Andrea Santoni

MANCHESTER (Inghilterra) - Ce li abbiamo due anni di pazienza, invocata legittimamente due sere fa da Di Biagio, dopo il ko argentino? Perché potrebbe anche accadere quel che è successo all’altra Italia senza mondiale, 60 anni fa, che impiegò ventiquattro mesi esatti (gennaio 1958-gennaio 1960) per tornare a vincere una partita: 8 incontri senza un successo (5 pareggi e 3 sconfitte), come mai accaduto nella storia centenaria della Nazionale. E allora la risposta ovviamente è no, conoscendoci, diremmo proprio di no, non li abbiamo. Verissimo, il ct è l’ultimo dei problemi del nostro calcio ridimensionato ma per come siamo messi (anche politicamente) è gioco forza il primo che può e deve avere una degna soluzione. 

Italia, contro l'Argentina con la maglia dedicata ad Astori
Guarda la gallery
Italia, contro l'Argentina con la maglia dedicata ad Astori

Costacurta: «Il 20 maggio il nuovo ct»

ROAD MAP - Dunque ecco che qui a Manchester, trovatisi sotto pressione dopo la sconfitta contro i vicecampioni del 2014 (prevedibile, pur assente Messi, ma non per questo in dolore), i commissari della Figc (e il Coni con loro) hanno capito che almeno sul fronte nuovo ct bisognava uscire dall’indeterminatezza. E adesso ci sono una data, il 20 maggio, per avere un nome, anzi, per il Nome. Eppoi una partita, Francia-Italia, 1 giugno a Nizza, per il suo debutto. L’identikit? Niente novità: ha molto di Mancini, con qualche tratto ancora di Ancelotti, e più sfumati, dettagli di Conte, Ranieri e... un neo d’indefinito. Insomma, quello di cui scrivevamo a inizio settimana, e che già prima del match contro l’Argentina era stato confermato in linea di massima dal commissario Fabbricini, è stato in pratica ufficializzato ieri, in modo puntuale dal vice commissario Costacurta: il nuovo ct sarà annunciato appunto tra poco meno di due mesi, così da poter prendere in mano le redini tecniche della nostra stordita Nazionale. Perché proprio il 20 maggio? Perché è il giorno di chiusura della serie A, mentre il 19 sarà terminata la Ligue 1 e il week end precedente Premier e campionato russo: a palla ferma, la Federcalcio potrà rendere nota la sua scelta senza mettere in difficoltà il club di appartenenza dell’allenatore trasformato in ct.

Leggi l'articolo completo sull'edizione digitale del Corriere dello Sport-Stadio

Mister Calcio Cup europei

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti