Italia-Montenegro U21 1-0: commento al risultato partita

Secondo successo per gli azzurrini di Nicolato nelle qualificazioni agli Europei di categoria del 2023: decide la sfida Lorenzo Colombo al 53'
Italia-Montenegro U21 1-0: commento al risultato partita© Getty Images Getty Images Getty Images
TagsItaliaMontenegroEuropei Under 21

VICENZA - L'Italia Under 21 di Paolo Nicolato, reduce dal brillante successo per 3-0 contro il Lussemburgo nella gara d'esordio di qualificazione agli Europei di categoria del 2023, batte di misura i pari età del Montenegro e si porta a -1 dalla Svezia capolista con 7 punti (e una gara in più). Match winner è Lorenzo Colombo, 19enne attaccante della Spal in prestito dal Milan che, dopo il primo centro in Serie B, replica l'impresa anche con la maglia degli azzurrini.

Italia Under 21, Colombo decisivo: 1-0 al Montenegro
Guarda la gallery
Italia Under 21, Colombo decisivo: 1-0 al Montenegro

Italia-Montenegro U21, le scelte di Nicolato

È il 4-3-3 il modulo scelto dal ct dell'Italia Under 21 Paolo Nicolato: Carnesecchi tra i pali, Bellanova e Udogie terzini, Okoli e Lovato al centro della difesa, Ricci, Tonali e Rovella a centrocampo e Yeboah-Colombo-Cancellieri il tridente offensivo. Non recupera Piccoli, uscito anzitempo dalla sfida con il Lussemburgo. La risposta dell'omologo montenegrino Vukotic è un 4-2-3-1 con Pesukic, Milic, Obradovic e Raznatovic a protezione di Ivezic, Janjic e Brnovic in mediana e Vukcevic, Vukotic e Sijaric a supporto di Krstovic.

L'Italia U21 non punge: 0-0 con il Montenegro al 45'

Poca velocità, poco ritmo, poche occasioni da gol: è questo il mini-riassunto della prima frazione giocata dagli Azzurrini al Romeo Menti di Vicenza. L'Italia comanda il gioco, ma una manovra lenta e compassata favorisce il Montenegro che, compatto e generoso su ogni pallone, non produce opportunità degne di nota, rischiando al contempo pochissimo. Le uniche due chance, una in apertura e l'altra in chiusura, portano entrambe la firma del 19enne attaccante della Spal in prestito dal Milan Lorenzo Colombo: al 9', sugli sviluppi di una punizione battuta da Tonali, centra in pieno un difensore avversario a botta sicura, rimediando soltanto un corner; al secondo di recupero, va via elegantemente al diretto marcatore, poi calcia contro le gambe di Ivezic. In mezzo, qualche spunto interessante di Cancellieri, Yeboah e Rovella.

Colombo sblocca: Italia-Montenegro U21 1-0

Si riparte senza cambi e l'Italia non mostra il cambio di marcia che ci si aspetta, ma è soltanto il 53' quando l'uomo più pericoloso nel primo tempo sblocca il risultato al terzo tentativo: bel pallone messo in mezzo da Bellanova, Colombo controlla (non benissimo) di destro ma resiste alla pressione di Obradovic, si gira col sinistro e beffa Ivezic col medesimo piede. 1-0 Italia. Il gol subito scuote il Montenegro, che accenna una reazione con Krstovic, contenuto da Carnesecchi in angolo. La nuova flessione azzurra induce Nicolato ad operare due cambi (68'): Mulattieri rileva Yeboah, Lucca sostituisce Colombo, ed è proprio il neoentrato attaccante del Pisa ad involarsi a rete, perdendo però l'equilibrio dopo un contrasto con Obradovic. Al 73', quindi, è il turno di Calafiori (fuori Udogie, ammonito ed acciaccato), che impiega appena 30 secondi per finire sul taccuino dell'arbitro, il norvegese Espen Eskaas. Al 76', invece, è ancora protagonista Lucca, che sfiora il raddoppio con un tiro improvviso che sorvola la traversa, "imitato" da Rovella cinque giri di lancetta più tardi (bella discesa, ma destro troppo strozzato che si spegne sul fondo) e da Mulattieri all'87' (chiuso in corner). Nel finale, dopo la decisiva opposizione di Carnesecchi su Krstovic (92'), c'è spazio anche per i debuttanti Brescianini e Ferrarini in luogo di Rovella e Cancellieri. 

Nicolato: "Da Gravina parole bellissime"

"Il presidente Gravina ci e' sempre stato molto vicino, lui viene da un passato in Under 21 molto lungo e importante e quindi ha a cuore la nostra attività e il nostro modo di fare. Ci ha espresso delle parole bellissime che noi porteremo dentro di noi ricordandole sempre. Abbiamo un presidente che ci sta molto vicino e di questo siamo molto orgogliosi". Paolo Nicolato, dopo la vittoria contro il Montenegro, ha elogiato il Presidente della Figc Gravina, che ha assistito al match dalle tribune del Menti di Vicenza. "Io mi auguro che i miei ragazzi giochino nei loro club, per guadagnare esperienza. Raspadori titolare nell'Italia di Mancini? E' pronto. E' intelligente, equilibrato e molto più adulto della sua età".

Corriere dello Sport - Stadio

Abbonati all'edizione digitale del Corriere dello Sport!

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti