Paredes e l'Argentina nella bufera, social scatenati: "Ora tifiamo tutti Croazia"

Il mancato rosso allo juventino e l'esultanza 'in faccia' agli olandesi dopo la vittoria ai rigori scatenano la polemica: inevitabile il paragone con Modric, capitano dei croati che va a consolare i rivali del Brasile dopo il successo nell'altro quarto dei Mondiali
Paredes e l'Argentina nella bufera, social scatenati: "Ora tifiamo tutti Croazia"
3 min

DOHA (QATAR) - "Che guardi 'bobo' (idiota, ndr). Vattene via". Così Leo Messi si riferisce a qualcuno (probabilmente un avversario, secondo le prime ricostruzioni l'orange Weghorst) mentre viene intervistato a bordo campo dopo il quarto di finale vinto ai rigori contro un'Olanda capace di recuperare due gol di svantaggio all'Argentina. La semifinale dei Mondiali che sembrava in cassaforte ha rischiato di svanire sul più bello per la 'Seleccion', la cui esultanza finale rispecchia il clima teso dell'emozionante sfida andata in scena a Lusail.

Paredes nel mirino

Già durante il match un pallone scagliato verso la panchina olandese da Paredes aveva scatenato una rissa in campo, poi dopo il rigore decisivo segnato dall'interista Lautaro Martinez è stata l'esultanza tutt'altro che sportiva degli argentini a scatenare le polemiche. Tutti i giocatori della 'Albiceleste' sono infatti scattati per andare a esultare 'in faccia' a quelli dell'Olanda, affranti per la sconfitta, alimentando ulteriormente la tensione. Un comportamento che non è piaciuto a molti tifosi italiani che sui social hanno criticato per questo l'Argentina e tra i più bersagliati c'è lo juventino Paredes, che secondo molti "meritava l'espulsione" per il pallone calciato verso la panchina dell'Olanda e viene attaccato persino dai tifosi bianconeri: "Fuori dalla mia Juventus" arriva a scrivere uno di questi mentre c'è chi sostiene che "Il mancato rosso a Paredes è uno scandalo clamoroso. L'Argentina è la squadra più vergognosamente aiutata del Mondiale".

Tutti con Modric

Inevitabile il paragone con Modric, capitano della Croazia che dopo la vittoria (sempre ai rigori) contro il Brasile va a consolare i rivali in lacrime. Proprio in semifinale contro l'Argentina ora l'ex Pallone d'Oro andrà a caccia della sua seconda finale mondiale consecutiva e in tanti, anche in Italia, faranno il tifo per lui: "Un ottimo motivo (se Adani non fosse abbastanza) per tifare contro l'Argentina".


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti