Moviola Milan-Roma: l'arbitro Chiffi terrificante, voto 3

Tra rigori e cartellini è il solito caos: non c'era il penalty su Abraham, ma la prestazione del direttore di gara è insufficiente anche dal punto di vista disciplinare
Moviola Milan-Roma: l'arbitro Chiffi terrificante, voto 3© ANSA
3 min
Edmondo Pinna

Non riesce mai a sorprendere, Chiffi (voto 3), che bagna la sua prima da internazionale (dal 1° gennaio) con la solita, pessima prestazione. E se sul rigore dato al Milan (ma che rigore è? vi diamo un indizio: concentratevi sul pallone) le colpe le divide con il VAR Aureliano (pure lui gratificato dall’AIA con una nomina a VMO, Video Match Official, della Fifa, pur non essendo internazionale), sul resto è tutta farina (poca) del suo sacco: concede al Milan un secondo rigore che è uguale ai contatti Tonali-Zaniolo e Ibrahimovic-Ibañez. E poi: incapace di prevenire due mass confrontation (le vecchie risse), insufficiente dal punto di vista disciplinare, molto da rivedere sul tecnico. Ma tanto il designatore Rocchi continuerà ad insistere..

Macché rigore

Tiro di Theo Hernandez, il pallone passa sul braccio sinistro di Abraham che è larghissimo, fa il movimento verso il pallone stesso, assolutamente punibile. Se solo avesse toccato il braccio. Primo indizio (decisivo): la rotazione del pallone non cambia mai, gira sempre nello stesso verso, alla stessa velocità. Lo avesse anche solo sfiorato, si sarebbe notata la differenza. Da tutte le immagini (tranne una, che in effetti potrebbe ingenerare dubbi), poi, il pallone tiene sempre la stessa linea. Questo per dire che certezze non ce ne sono, se non l’evidenza di un tocco che non c’è. Con quale sicumera Aureliano ha chiamato l’OFR?

Da rigore

E allora, è molto più punibile l’entrata in ritardo di Mkhitaryan su Krunic poco prima che Saelemaekers trattenga nettamente la maglia di Viña (anche qui, Chiffi a che pensava?), se proprio vogliamo parlare di rigore. E lo diventa anche la pizzicata (nulla di più) di Tonali su Zaniolo, ingenua e pericolosa, se paragonata al penalty concesso per identica pizzicata (nulla di più) di Mancini su Leão. e se in quest’ultimo caso c’è stato anche un incrocio di gambe, Chiffi si riveda la ginocchiata di Ibra su Ibanez in area (qui VAR silente, no?).

Disciplinare

Pesantemente insufficiente sul disciplinare: Ibanez che piomba su Tonali è da giallo, lo è a maggior ragione l’intervento in ritardo di Viña su Junior Messias. E il calcio da dietro di Krunic su Pellegrini che gli era andato via è da... arancione. Ingenuo Karsdorp: già ammonito, entra in ritardo su Theo Hernandez, ci sta il secondo giallo. Quello di Mancini, invece, dipende da come si vogliono considerare i rigore dati/non dati. E comunque, nel caso, sarebbe rosso diretto...

Var

Aureliano (voto 4). Che questo VMO gli abbia dato la testa?

Scintille e gol, il Milan batte la Roma: Abraham non basta a Mou
Guarda la gallery
Scintille e gol, il Milan batte la Roma: Abraham non basta a Mou


Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Abbonati all'offerta Black Friday

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti