Serie A, falli di mano: tre casi e due misure
Serie A
0

Serie A, falli di mano: tre casi e due misure

I contatti con il braccio di Cerri e Zielinski hanno portato al rigore, la stessa cosa non è successa con De Ligt. Dibattito aperto dopo le decisioni di Irrati

1 di 3 Successiva

ROMA - Un rigore non dato si può accettare. Un regolamento oscuro e contraddittorio si deve tollerare. Ma un presidente degli arbitri che pretende di dare lezione su ciò che egli stesso dimostra di non conoscere è davvero troppo. Perché Marcello Nicchi ieri ha ribadito, parlando a Radio Anch’io, che «il fallo di mano di De Ligt non è rigore» e che «la norma è chiara». Ma allora ci spieghi perché in altre due circostanze in questo campionato la stessa norma è stata applicata in senso opposto, con sua piena approvazione. Stiamo parlando dell’articolo 12 della circolare numero 1-2019/2020 dell’Aia, che ciascun lettore può facilmente consultare su internet. Nicchi ne cita solo una parte, quando ricorda che non c’è infrazione se il pallone, che tocca le mani-braccia del calciatore, proviene direttamente dalla testa o dal corpo (compresi i piedi) del calciatore stesso. È il caso di De Ligt: nel tentativo di rinviare, il difensore juventino svirgola la palla, che poi finisce sul suo braccio. Il presidente degli arbitri sottolinea che è irrilevante il fatto che il braccio sia largo, perché – aggiungiamo noi - l’intenzionalità lecita della giocata azzera la colpa di un gesto atletico scorretto. Cioè deroga a un principio generale, che invece censurerebbe mani e braccia “posizionate in modo innaturale, aumentando lo spazio occupato dal corpo, o al di sopra dell’altezza delle spalle”. Nicchi però omette la seconda parte della regola, che esclude l’infrazione anche quando il pallone, che tocca le mani-braccia del calciatore, “proviene direttamente dalla testa o dal corpo (compresi i piedi) di un altro calciatore che è vicino”. Il presidente degli arbitri questo secondo comma pare averlo dimenticato. Non solo ieri, ma in altre due circostanze.

Bologna, De Leo: "Sul rigore Irrati non ci ha tutelati"

1 di 3 Successiva
Tutte le notizie di Serie A

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti

SERIE A - 1° GIORNATA
SABATO 19 SETTEMBRE 2020
Fiorentina - Torino 1 - 0
Verona - Roma 3 - 0
DOMENICA 20 SETTEMBRE 2020
Parma - Napoli 0 - 2
Genoa - Crotone 4 - 1
Sassuolo - Cagliari 1 - 1
Juve - Sampdoria 3 - 0
LUNEDÌ 21 SETTEMBRE 2020
Milan - Bologna 2 - 0
MERCOLEDÌ 30 SETTEMBRE 2020
Benevento - Inter 18:00
Udinese - Spezia 18:00
Lazio - Atalanta 20:45