Udinese-Roma 0-4: Fonseca sorpassa il Napoli al quarto posto

Alla Dacia Arena i giallorossi si scatenano con i gol di Zaniolo, Smalling, Kluivert e Kolarov e torna in zona Champions. Fazio espulso al 32' per un lieve contatto con Okaka al limite dell'area
Udinese-Roma 0-4: Fonseca sorpassa il Napoli al quarto posto© ANSA
Valerio Minutiello

La Roma scavalca il Napoli e riassapora il gusto di essere al quarto posto dopo una prova di forza a Udine. I giallorossi si sono imposti per 4-0 nonostante l’espulsione ingiusta di Fazio per un lieve contatto su Okaka al 32’. Quando Irrati ha tirato fuori il rosso per il difensore, scatenando le proteste di tutta la squadra e di Fonseca, la Roma vinceva 1-0, grazie al gol del solito Zaniolo: terzo centro consecutivo dopo la stoccata di Capello, che forse lo ha punto nell’orgoglio. Nella ripresa i giallorossi, in inferiorità numerica, si sono scatenati prendendosi la partita con le reti di Smalling, Kluivert e Kolarov. Non c'era modo migliore per presentarsi allo scontro diretto contro il Napoli all'Olimpico, sabato prossimo, anche se Fonseca dovrà rinunciare a Fazio, che sarà squalificato.

La Roma dà spettacolo in dieci uomini contro l'Udinese
Guarda la gallery
La Roma dà spettacolo in dieci uomini contro l'Udinese

Pastore ritrovato, e la gioventù al potere

Una parentesi a parte la merita Pastore, tornato ormai ai suoi livelli: a Udine è stata la miglior partita del Flaco, che continua ad acquistare sicurezza e forma fisica. Fonseca lo ha completamente rigenerato e l’argentino può essere davvero il grande acquisto inaspettato di questa squadra, che fino a pochi giorni fa cercava centrocampisti svincolati per arginare l’emergenza infortuni. Forse Fonseca mentiva qualche tempo fa quando diceva che Pastore non poteva giocare due partite consecutive. Il Flaco è andato oltre, ne ha disputate tre da titolare in sette giorni senza accusare nessun problema fisico. E poi c'è la gioventù al potere: Kluivert e Zaniolo, entrambi classe '99, un gol a testa e un'altra grande prova.

Torna Kluivert

La Roma conquista la seconda vittoria consecutiva in campionato ed esce per la terza volta di seguito con un clean sheet in trasferta. Di fronte aveva un’Udinese in grande crisi dopo i sette gol presi con l’Atalanta. Il pubblico alla Dacia Arena ha iniziato a contestare la squadra dopo qualche minuto. E i friulani non hanno fatto vedere granché nemmeno quando si sono ritrovati in superiorità numerica grazie ad una concessione generosa di Irrati. Fonseca rilancia Kluivert a sinistra, assente per squalifica con il Milan. Sulla corsia destra gioca Santon, preferito a Florenzi. In attacco, come al solito Dzeko. Tudor preferisce Mandragora a Fofana a centrocampo. In attacco c'è il grande ex Okaka insieme con Lasagna.

Zaniolo, terzo gol consecutivo

La Roma controlla da subito la partita e all’11’ fa venire i brividi ai friulani con un gran destro di Pastore. Tre minuti dopo i giallorossi passano con Zaniolo, a segno per la terza volta consecutiva dopo le critiche di Capello. Su lancio di Kolarov, Samir buca l’intervento, il centrocampista offensivo giallorosso controlla e la mette sotto le gambe di Musso. L’Udinese è stordita, forse ancora sotto choc dopo il 7-1 subito dall’Atalanta, ma la Roma non ne approfitta. Al 29’ Pastore è ancora protagonista, però dopo aver recuperato palla ed essersi fatto tutto il campo, pecca di egoismo e si fa chiudere invece di servire Dzeko tutto solo. Un minuto dopo ancora Zaniolo sfiora il gol.

Fazio espulso tra le proteste

L’Udinese riesce in qualche modo a non soccombere, poi al 32’ Irrati estrae il rosso per Fazio, colpevole di un lieve contatto di spalla con Okaka al limite dell’area. Tutti i giallorossi protestano e il direttore di gara ammonisce anche Dzeko, senza andare a rivedere l’episodio al Var. Con la Roma in dieci, Fonseca arretra Mancini sulla linea difensiva. L’Udinese prova ad alzare il ritmo ma non riesce a sfondare e si espone alle ripartenze pericolose dei giallorossi. Nella ripresa l’Udinese prova a mettere un po' più di pressione sulla Roma, ma prende due gialli (Jajalo e Barak) in pochi minuti, perché gli uomini di Tudor sono sempre in ritardo. Poi al 52’, su calcio d’angolo di Veretout, un pasticcio della difesa friulana permette a Smalling di depositare la palla in rete ed esultare per il primo gol con la maglia della Roma. Due minuti dopo arriva anche il tris con Kluivert, grazie a un contropiede perfetto iniziato da Kolarov e rifinito da un super Pastore. Un'azione pazzesca partita dalla propria area e conclusa nella porta avversaria a grandissima velocità. La squadra di Fonseca non si accontenta e continua ad attaccare. Al 65’ Kolarov firma il poker su rigore, dopo un fallo su Kluivert e un tocco di mano di Becao. La partita si chiude praticamente qui. L'Udinese non ha la forza per rialzarsi e la Roma controlla agevolmente. Fonseca dà spazio ancora a Cetin, al posto di Pastore al 70'. Poi entrano Perotti e Florenzi al posto di Kluivert e Zaniolo. I giallorossi portano a casa tre punti con una grande prova di forza, tecnica e fisica, e tornano in zona Champions.  

Mister Calcio Cup europei

Serie A, i migliori video

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti