Napoli-Sassuolo 0-2: De Zerbi è l'anti-Milan

Un rigore di Locatelli e un gol in pieno recupero di Maxime Lopez condannano Gattuso. Serata no per Osimhen e Mertens
Napoli-Sassuolo 0-2: De Zerbi è l'anti-Milan© FOTO MOSCA
Pasquale Salvione

L’anti-Milan è il Sassuolo. De Zerbi firma il colpo della giornata e tiene il passo di Pioli, restando a due punti di distanza dal primo posto. Cade per la seconda volta consecutiva in casa il Napoli, già battuto la scorsa settimana in Europa League dall’Az Alkmaar: per Gattuso è la prima sconfitta in campionato sul campo (l’altra era arrivata a tavolino con la Juve). A decidere un rigore di Locatelli, segnalato dal Var Fourneau (l’arbitro di Crotone-Juve) per un contatto fra Di Lorenzo e Raspadori non visto in tempo reale dall’arbitro Mariani, e il raddoppio in pieno recupero di Maxime Lopez, arrivato dopo le proteste del Napoli per una trattenuta su Osimhen nell’area opposta.

Napoli, quante occasioni sprecate!

Una serata amara per il Napoli che ha sofferto molto la qualità di palleggio del Sassuolo (57% di possesso), ma deve soprattutto prendersela con se stesso per non aver concretizzato nessuna delle tante occasioni create in attacco (ha chiuso con 22 tiri a 8). Non è stata giornata per Osimhen (almeno due clamorose chance sprecate) e per Mertens, anche lui irriconoscibile sotto porta e addirittura sostituito nell’ultima parte di gara con gli azzurri sotto. Errori imperdonabili che hanno dato fiducia alla squadra neroverde, capace di mantenere la sua identità al San Paolo nonostante le pesantissime assenze di Caputo, Berardi e Djuricic.

Il Napoli cade col Sassuolo, il Var è protagonista
Guarda la gallery
Il Napoli cade col Sassuolo, il Var è protagonista

De Zerbi, è un Sassuolo da applausi

Sul piano tattico la partita l’ha vinta De Zerbi, che quando si trova di fronte Gattuso probabilmente sente il sapore di quegli infuocati Pisa-Foggia che li vedevano di fronte qualche anno fa. Il Sassuolo gioca a memoria, con una personalità incredibile, non butta via un pallone e irretisce gli avversari. Il frutto del lavoro dell’allenatore è l’attuale classifica: non si può essere secondi in classifica da soli per caso. Il Napoli probabilmente è arrivato un po’ svuotato mentalmente dopo l’impresa in Europa League con la Real Sociedad: per questo Sassuolo serviva un’altra cattiveria, soprattutto sotto porta. L’unica nota lieta della serata per Gattuso è la conferma ad alti livelli di Koulibaly, ancora una volta il migliore degli azzurri. Una consolazione amara in una serata da archiviare al più presto.

Napoli-Sassuolo 0-2: tabellino e statistiche

Serie A, i migliori video

Commenti