Torino-Sassuolo 3-2: commento al risultato partita

Prima vittoria casalinga per i granata, che escono dalla zona retrocessione: la doppietta di Berardi nel primo tempo viene ribaltata nella ripresa da quella di Zaza e da Mandragora
Torino-Sassuolo 3-2: commento al risultato partita© LAPRESSE
TagsTorinoSassuoloSerie A

Il recupero della 24ma giornata tra Torino e Sassuolo finisce 3-2. Nicola conduce i suoi alla prima vittoria casalinga della stagione grazie ad una rimonta che ha dell'incredibile, dato che il primo tempo si era chiuso con due gol di svantaggio, firmati entrambi da Berardi. Nella ripresa il Toro diventa sempre più aggressivo, nella mentalità e attraverso i cambi: decisiva l'entrata in campo di Simone Zaza, che apre e chiude il ribaltone. Entra al 72' e segna il primo gol dopo cinque minuti; la retroguardia ospite, dopo la prima rete subita, perde lucidità e permette a Mandragora di firmare il 2-2 all'86'. La partita a questo punto sembra destinata a terminare in parità, ma l'incornata di Zaza al 92' vale anche più dei tre punti che portano il Torino fuori dalla zona retrocessione, a quota 23 e alla diciasettesima posizione, con una partita in meno.

Torino-Sassuolo 3-2: Zaza e Mandragora rimontano la doppietta di Berardi
Guarda la gallery
Torino-Sassuolo 3-2: Zaza e Mandragora rimontano la doppietta di Berardi

Berardi fulmina Sirigu al 6' e al 38': che doppietta!

Le cose si mettono subito male per il Torino: al 6' Djuricic semina il panico in area granata, scodella per Caputo, che ha il tempo di sistemare, di testa, il pallone per il sinistro di Berardi, autore dello 0-1. La reazione del Torino costringe per diversi minuti la retroguardia ospite sulla difensiva, ma manca il guizzo decisivo per il pareggio. Consigli deve impegnarsi tre volte: prima su Mandragora, poi su Murru ed infine su Sanabria. Quando il Sassuolo riparte, però, si rende sempre pericoloso e così, al 38', costruisce l'azione che porta alla doppietta di Berardi: su un traversone di Tolijan dalla destra, l'attaccante si fa trovare prontissimo sul lato opposto e, dopo essersi coordinato, lascia partire una sassata che si infila tra due avversari, passa tra le gambe di Sirigu e finisce in porta per lo 0-2. Belotti al 44' prova a rispondere con una rovesciata delle sue, ma non ha fortuna. Dopo tre minuti di recupero l'arbitro Mariani manda le squadre negli spogliatoi.

Zaza-bis e Mandragora ribaltano il Torino

Due volti nuovi nel Torino ad inizio secondo tempo: Vojvoda e Verdi prendono il posto di Murru e Lukic. Al 49' Djuricic si ritrova da solo in area: ha tutto il tempo per coordinarsi prima di calciare al volo, ma il suo tiro finisce alto sopra la traversa. Dopo poco Mandragora prova ad accorciare le distanze, ma la sua botta da fuori non sorprende Consigli, che vola e devia in angolo. Al 56' Defrel diventa il primo ammonito della partita, mentre Nicola cambia ancora, sostituendo Bremer con Gojak. De Zerbi risponde con Locatelli, Boga e Traorè al posto di Magnanelli, Djuricic e Defrel. I granata alzano il baricentro e si lanciano alla ricerca del gol che riaprirebbe la partita, ma le tante sortite offensive vengono disinnescate dalla difesa neroverde. Per bloccare una pericolosa ripartenza al 72', Sanabria "spende" un'ammonizione; intanto il Torino aumenta ancora il numero di giocatori offensivi in campo facendo entrare Zaza al posto di Rincon. Nicola si sbilancia e, se in un primo momento rischia di subire il terzo gol dal tandem Caputo-Berardi, poi riesce a segnare con Zaza, che però si vede annulare al marcatura per fuorigioco. De Zerbi, al contrario, si copre: dentro Peluso al posto di Berardi. Riscattando l'illusione data poco prima si suoi tifosi, Zaza spedisce il pallone alle spalle di Consigli una "seconda volta" al 77', sfruttando al meglio l'assist di Sanabria e questa volta il Var dice che è tutto regolare: 1-2. Il terzo cartellino giallo del match porta il nome di Toljan, punito per un intervento irregolare su Ansaldi. I padroni di casa, con nuove energie, mettono alle strette la difesa di De Zerbi, che apare sempre meno lucida fino a regalare il 2-2: Gojak impegna Consigli che respinge il pallone alla sua sinistra, dove si avventa Mandragora che da due passi non sbaglia. Dopo il pareggio Belotti lascia il posto a Bonazzoli, mentre con le ultime energie il Sassuolo prova a ristabilire il vantaggio con una pericolosa conclusione Obiang che prima di infilarsi in porta trova sulla traiettoria un super Sirigu, che devia in angolo. Al secondo dei quattro minuti di recupero assegnati, Zaza sfrutta l'ultima grande occasione del match nel migliore dei modi: beffa con un colpo di testa schiacciato a terra Consigli e regala i primi tre punti casalinghi al Torino.

TORINO-SASSUOLO 3-2: TABELLINO E STATISTICHE

Mister Calcio Cup europei

Serie A, i migliori video

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti