Atalanta-Udinese 1-1: Malinovskyi non basta, Beto beffa Gasperini

Dopo una prima frazione di gioco caratterizzata dai pali di Molina ed Ilicic, l'ucraino porta in vantaggio la Dea al 56'. Pari del portoghese al 94'
Atalanta-Udinese 1-1: Malinovskyi non basta, Beto beffa Gasperini© Getty Images
TagsatalantaUdineseSerie A

BERGAMO - L'Atalanta non va oltre l'1-1 con l'Udinese al Gewiss Stadium e fallisce l'aggancio provvisorio all'Inter al terzo posto della classifica. Dopo una prima frazione di gioco, terminata a reti bianche, caratterizzata dai pali colpiti da Molina ed Ilicic, nella ripresa sblocca Malinovskyi con un diagonale. Nel finale Gasperini - espulso - regala l'esordio in Serie A al classe 2003 Scalvini, ma subisce il pareggio di Beto al 94'. Gotti sale così a quota 10 punti.

Gewiss Stadium amaro per l'Atalanta: Beto beffa Gasperini al 94'
Guarda la gallery
Gewiss Stadium amaro per l'Atalanta: Beto beffa Gasperini al 94'

Le scelte di Gasperini e Gotti

Reduce da sei vittorie e un pareggio negli ultimi sette precedenti, l'Atalanta di Gasperini affronta l'Udinese di Gotti in piena emergenza in difesa: davanti all'ex Musso, infatti, agiscono un adattato De Roon, Palomino e Lovato. Zappacosta, Pasalic, Freuler e Pezzella formano la linea a quattro dei centrocampisti, Malinovskyi ed Ilicic trequartisti, mentre il terminale offensivo Zapata completa il 3-4-2-1 del tecnico orobico. La risposta friulana è un 3-5-2 camaleontico con Silvestri tra i pali, Becao, Nuytinck e Samir a sua protezione, Stryger Larsen e Udogie a tutta fascia, in mediana Walace, Makengo e Molina, con quest'ultimo che, in fase di possesso, si alza sulla linea delle punte trasformando il modulo in un 4-3-3, e Beto e Pussetto in attacco. Indisponibili Deulofeu e Pereyra.

Pali di Molina e Ilicic: Atalanta-Udinese 0-0 al 45'

Zapata costringe agli straordinari Becao, Malinovskyi e Pezzella impegnano Stryger Larsen (alla 150ª presenza in bianconero) in una grande chiusura, Silvestri si oppone alla zuccata di Ilicic: l'Atalanta, partita fortissimo, soffre col passare dei minuti le ripartenze dell'Udinese. All'8', infatti, Pussetto prova a beffare l'ex compagno Musso, che blocca a terra, all'11' è invece Zapata, in un insolito ripiegamento difensivo, ad allontare un cross insidioso di Stryger Larsen, mentre al 17' ci prova Udogie con un colpo di testa su traversone di Makengo, col pallone che termina di poco alto. Se la Dea risponde con tre giocate in sequenza di Ilicic, che portano all'ammonizione di Samir e al doppio vano tentativo di Malinovskyi (prima salva tutto Walace, poi Silvestri sventa il pericolo), è ancora la formazione ospite a sfiorare il vantaggio: al 25' un contropiede ben orchestrato mette Beto nelle condizioni di inventare un diagonale a tagliare l'area lombarda su cui si avventa Molina, che sbatte però contro il palo esterno. Quindi, dopo un timido tiro di Malinovskyi, è Samir ad impegnare ancora Musso (26'). Intorno alla mezz'ora l'Atalanta alza il proprio baricentro e torna ad attaccare con continuità, ma Nuytinck toglie dai piedi di Zapata un facile tap-in (27'). Gasperini, non del tutto soddisfatto dei suoi, inverte le posizioni di Ilicic e Malinovskyi, ma al 35' si spaventa sul tentativo dalla distanza di Molina che esce di un soffio. Al 37', invece, è Becao a trovare la fondamentale deviazione in angolo sulla girata a rete di Zapata. I ritmi aumentano e i nerazzurri vanno ad un passo dall'1-0 con Ilicic, che al 39' centra in pieno il palo, poi con Pasalic, che se ne va in dribbling nel cuore dell'area friulana e calcia di punta, con un super Silvestri che non si lascia superare (40'). 

Atalanta-Udinese 1-1: Beto risponde a Malinovskyi

Si riparte senza cambi e al 48' l'Atalanta sfiora il vantaggio: spunto di Malinovskyi, splendido scambio con Zapata e mancino a giro di Ilicic che termina a lato di pochissimo. Il fantasista sloveno accende il Gewiss Stadium con un colpo di tacco che lancia Lovato sull'out destro, chiuso in angolo, ma per l'1-0 bisogna attendere il 56': Malinovskyi riceve da Pasalic, stoppa al limite e batte Silvestri con un preciso diagonale sul palo lontano. Pussetto si prende un giallo per proteste, recriminando circa un fallo in avvio dell'azione che ha portato al gol nerazzurro, mentre l'ucraino cerca la doppietta, sbattendo però contro la barriera. Girandola di cambi al 64': da una parte fanno il loro ingresso in campo Muriel e Miranchuk per Zapata ed Ilicic, dall'altra Arslan e Success fanno tirare il fiato a Makengo e Molina. Al 69' l'Atalanta si divora il 2-0 con Pasalic che, prima di far spazio a Koopmeiners, sbaglia il controllo a tu per tu con l'estremo difensore friulano, al 71' ci prova invano Miranchuk. Gotti vede i suoi in difficoltà e si gioca le carte Soppy e Samardzic per Stryger-Larsen e un esausto Pussetto, mentre Lovato e Pezzella finiscono sul taccuino dell'arbitro Marinelli. Mentre termina in curva il pallone calciato dalla distanza da Walace, Forestieri prende il posto di Nuytinck, aumentando il potenziale offensivo dell'Udinese. La risposta di Gasperini, nervosissimo ed espulso poco dopo, è l'esordio in A di Scalvini, classe 2003 che rileva Zappacosta, ma al 90' ringrazia Musso, miracoloso sulla deviazione di Lovato dopo la progressione di Becao. La beffa arriva al 94': angolo di Samardzic e perfetta incornata di Beto, che sigla così il definitivo 1-1.

Serie A, i migliori video

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti