Torino-Empoli 2-2, commento al risultato partita

L'espulsione di Singo al 32' rovina i piani dei granata, in vantaggio grazie a Pobega e Pjaca: i toscani rimontano con Romagnoli e La Mantia
Torino-Empoli 2-2, commento al risultato partita© Ansa
TagsTorinoEmpoli

TORINO - Torino ed Empoli pareggiano 2-2 la penultima gara della 15ª giornata di Serie A allo Stadio Olimpico Grande Torino. I granata, grazie a una partenza super, sembrano poter festeggiare nel migliore dei modi i 115 anni dalla fondazione, datata 3 dicembre 1906, poi però Singo si fa espellere e rovina i piani di Ivan Juric. L'Empoli di Aurelio Andreazzoli ne approfitta e rimonta, accarezzando l'idea di un clamoroso successo nel finale.

Pobega e Pjaca illudono il Torino, l'Empoli ringrazia Singo
Guarda la gallery
Pobega e Pjaca illudono il Torino, l'Empoli ringrazia Singo

Torino-Empoli, la partita

La formazione di casa si presenta senza gli infortunati Belotti e Djidji, ko contro la Roma domenica scorsa: in attacco c'è Sanabria, assistito da Pjaca (titolare dopo oltre due mesi) e Praet; dietro gioca Zima nella difesa a tre mentre Brekalo parte dalla panchina. L'Empoli è al completo, ma Andreazzoli cambia qualcosa rispetto al derby vinto con la Fiorentina: Romagnoli e Marchizza prendono il posto di Tonelli e Parisi in difesa; Henderson va sulla trequarti mentre davanti ci sono Di Francesco e Pinamonti. Partenza sprint dei granata, che indossano una maglia speciale per i 115 anni e il lutto al braccio per la morte dell'ex preparatore dei portieri Stefano Borla: al 10' il Toro sblocca il match approfittando di un errore di Zurkowski, che regala palla a Sanabria, conclusione deviata dell'ex romanista e tocco vincente di Pobega su Vicario in uscita. I padroni di casa raddoppiano cinque minuti più tardi grazie a Pjaca, che si accentra, sbilancia un difensore con una finta e poi lascia partire un destro angolato, su cui non arriva il portiere dell'Empoli. La gara, che sembra segnata dopo appena 15 minuti, cambia volto alla mezz'ora, quando Singo atterra Di Francesco lanciato a rete. L'esordiente arbitro Colombo dapprima ammonisce l'ivoriano, poi, richiamato dal Var Mazzoleni all'on field review, estrae il cartellino rosso, lasciando il Torino in dieci uomini. L'Empoli ne approfitta subito e accorcia le distanze al 34' con un perfetto colpo di testa di capitan Romagnoli su corner di Henderson. Per i toscani ci provano anche Pinamonti e Luperto, trovando Milinkovic-Savic  pronto. Si va al riposo sul 2-1 per la formazione di Juric.

La Mantia entra e segna

In apertura di ripresa l'Empoli va a un passo dal pareggio: Pinamonti libera di tacco Di Francesco, la cui conclusione è deviata fortuitamente sulla traversa dal granata Bremer. Juric, in panchina, è molto nervoso: gli scappa qualche parola di troppo e l'arbitro lo ammonisce. La formazione di Andreazzoli fatica a scalfire il muro del Toro, che ha la grande occasione di colpire in contropiede al 66': Bremer ruba palla a Luperto, si fa tutto il campo in solitaria, mancando però il bersaglio di pochissimo. L'Empoli trova lo spiraglio giusto tre minuti più tardi con un'imbucata di Luperto: il nuovo entrato La Mantia segna, ma il gol è annullato per la sua posizione irregolare. I due giocatori azzurri replicano al 72', stavolta senza infrazioni per il 2-2: cross morbido di Luperto e colpo di testa vincente di La Mantia. In superiorità numerica, l'Empoli prova a vincere il match, schiacciando il Torino senza trovare il guizzo decisivo. Finisce 2-2 con il Toro che "sporca" l'ottimo redimento difensivo delle prime 14 giornate. L'Empoli sale a 20 punti in classifica, appaiato al Verona. Il Torino è a 18.

Serie A, la classifica aggiornata

Serie A, i migliori video

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti