Bufera Covid, la Lega: "La Serie A si gioca, pronti a ricorrere al Tar contro le Asl"

La riunione straordinaria del Consiglio ha espresso parere compatto: il campionato va avanti, sarà stilato un Protocollo nuovo che conterrà l'obbligo di giocare anche con 13 disponibili tra cui un portiere e ci si prepara a una battaglia nei tribunali
Bufera Covid, la Lega: "La Serie A si gioca, pronti a ricorrere al Tar contro le Asl"© LAPRESSE
3 min
TagsSerie ACoronavirus

Niente stop al campionato di Serie A: è questa la posizione che filtra al termine del Consiglio di Lega, riunitosi in serata. Il Consiglio è stato compatto nel difendere il campionato e quindi proseguire con le gare. Nelle prossime ore, inoltre, verrà stilato un nuovo protocollo in stile Uefa: con 13 giocatori disponibili (di cui un portiere) ci sarà l'obbligo di giocare, anche pescando dalla Primavera. Inoltre, la Lega ricorrerà al Tar contro i provvedimenti delle Asl che non terranno conto delle disposizioni sulle quarantene del 30 dicembre scorso.

Lega Serie A, riunione straordinaria

Dalla riunione straordinaria in videochiamata della Lega Serie A non è emersa la volontà di rinviare le partite in programma per il 6 gennaio. Le squadre non bloccate dalle Asl quindi si presenteranno allo stadio, aspetteranno 45 minuti senza giocare e l’arbitro poi decreterà la fine del match, decretando la sconfitta a tavolino per la squadra che non si è presentata.

Napoli, out anche Zielinski, Rrahmani e Lobotka

Sembra inoltre che il match di cartello Juve-Napoli, dopo che l'Asl ha bloccato Zielinski, Lobotka e Rrahmani, dovrebbe comunque giocarsi. I tre calciatori però, negativi, non ancora sottoposti alla dose booster e costretti a sottoporsi ad un periodo di quarantena per un contatto diretto con positivi, sono partiti per Torino con il resto della squadra ignari del provvedimento.

Juve-Napoli, la Asl blocca tre giocatori

Atalanta-Torino, Gewiss chiuso al pubblico

L'Atalanta invece ha appena comunicato su Twitter che i cancelli del Gewiss Stadium resteranno chiusi: "Al fine di non creare disservizi ai propri tifosi, si informa che i cancelli del GewissStadium domani non saranno aperti al pubblico", si legge nella nota. Il Bologna ha altresì richiesto, oltre il rinvio del match di domani contro l'Inter, anche quello del turno successivo contro il Cagliari.

Bologna-Inter non si giocherà

Bolognaha chiesto alla Lega di rinviare le sfide contro Inter e Cagliari in programma rispettivamente il giorno dell'Epifania e domenica 9 gennaio. 

Serie A, troppi casi di Covid: Bologna-Inter non si gioca

L'Asl non blocca il Napoli
Guarda il video
L'Asl non blocca il Napoli

Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Serie A, i migliori video

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti