Empoli-Milan 1-3: Leao da urlo, Pioli la vince in extremis

Incredibile finale con Bajrami che con una punizione gioiello risponde a Rebic e porta gli azzurri sull’1-1 al 92’. Non basta a Zanetti perché Ballo-Touré e Leao regalano i tre punti ai rossoneri con due magie
Empoli-Milan 1-3: Leao da urlo, Pioli la vince in extremis© LAPRESSE
3 min

ROMA - Una notte (l’ennesima) da fenomeno di Leao permette al Milan di uscire vittorioso dal campo dell’Empoli. Un 3-1 più complicato del previsto e risolto solo nei folli minuti finali dall’eroe più inatteso (Ballo-Touré) e quello più atteso, Leao appunto. Il portoghese ha tirato fuori dal cilindro l’ennesima serata da fenomeno, condita anche dall’assist sul primo gol di Rebic. Inutile per i padroni di casa il gol del momentaneo pareggio su punizione in pieno recupero di Bajrami. Recupero, dicevamo. E’ lì che la partita si è decisa con tre gol negli ultimi cinque minuti di extra time. Una notte folle che permette a Pioli di riscattarsi dopo il ko contro il Napoli nel big match pre-sosta di campionato.     

Milan, che sfortuna nel primo tempo!

Il primo tempo è divertente con il Milan che spinge a caccia del gol, sfiora il vantaggio più volte ma non riesce ad andare a dama per imprecisione e un bel carico di sfortuna. Pioli deve rinunciare per infortunio prima a Saelemaekers e poi a Calabria. L’Empoli si difende con ordine cercando spesso veloci ripartenze che però non portano ad occasioni di rilievo e lasciano quasi inoperoso Tatarusanu. La prima chance passa per i piedi di Giroud che al 7’ non sfrutta sotto misura un cross basso di Leao. Due minuti dopo è lo stesso portoghese ad esaltare i riflessi di Vicario. Saelemaekers crea un’altra occasione ma il vantaggio non arriva. L’attaccante portoghese è scatenato e da solo tiene in costante apprensione tutta la retroguardia di casa. Il Milan chiude la prima frazione da dominatore ma il risultato resta in equilibrio.

Ripresa folle: nel finale succede di tutto! 

Nella ripresa l’Empoli sembra più reattivo e sfiora il gol in un paio di circostanze prima con Marin e poi con Stojanovic. Il Milan ci mette un po’ a ritrovare il ritmo del primo tempo ma quando lo fa si vede eccome: al 57’ è Giroud a colpire la traversa. Zanetti toglie Pjaca e Henderson per inserire Bandinelli e Bajrami. Allo scoccare dell’ora Lammers colpisce di testa da ottima posizione mettendo a lato di un soffio. Subito dopo arriva la risposta del Milan con Tonali che dal limite impegna Vicario con un tiro deviato dal limite. Nell’ultimo quarto d’ora Pioli aumenta i giri offensivi inserendo Rebic e Brahim Diaz oltre a Dest. La squadra di Pioli offre il massimo sforzo per trovare il gol risolutivo. L’obiettivo viene centrato al 79’ quando Rebic sfrutta al meglio un assist meraviglioso del solito, inarrestabile Leao. La partita sembra finita e invece non è così perché in pieno recupero arriva il pareggio di Bajrami con una punizione gioiello dal limite che beffa un disattento Tatarusanu. Finita? Macché. Un minuto dopo il Diavolo ritrova il vantaggio con un gol di Ballo-Touré pescato da un cross dalla destra di Krunic. A risultato ormai acquisito c’è ancora il tempo di vedere un’altra magia di Leao che se ne va da solo in contropiede e beffa Vicario con un pallonetto da applausi. Il Milan porta a casa tre punti in extremis e si rialza in classifica riportandosi a tre punti dal Napoli capolista.


Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Serie A, i migliori video

Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti