Torino-Salernitana, poche emozioni: pareggio tra Juric e Inzaghi

Il Toro ci prova, ma non va a buon fine anche l'assalto conclusivo con Zapata, Sanabria e Pellegri. Bene il debuttante Boateng

Vince l'equilibrio allo "Stadio Olimpico Grande Torino", dove la squadra allenata da Ivan Juric non riesce ad abbattere il muro eretto dalla Salernitana di Filippo Inzaghi, che muove la sua classifica con un punto importante. Dall'esordio di Jerome Boateng all'occasione sprecata dal Toro, intenzionato a giocarsi un piazzamento europeo.

Torino pericoloso con Bellanova e Vlasic

Torino trascinato dalle sgroppate di Bellanova, che fa il solco sulla corsia destra, duettando con Vlasic e creando più di un problema alla retroguardia della Salernitana. Zapata e Sanabria mancano la zampata vincente in un paio di circostanze, a pochi passi da Ochoa, chiamato in causa nel finale. I campani si difendono con ordine e spirito di sacrificio, guidati dall'esperienza di Jerome Boateng, alla prima con la nuova maglia. 0-0 quasi inevitabile.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Occasionissima nel finale per Pellegri

Sugli sviluppi dell'ennesima palla inattiva in favore del Toro, il neo entrato Pellegri ha avuto la chance per portare in vantaggio la formazione di Ivan Juric. Inserimento nel cuore dell'area di rigore della Salernitana e colpo di testa terminato di pochissimo fuori, alla sinistra di Ochoa.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Il tabellino di Torino-Salernitana

TORINO (3-4-1-2): Milinkovic-Savic; Tameze (dal 65' Pellegri), Sazonov (dall'80' Lovato), Rodriguez (dal 42' Masina); Bellanova, Ricci (dall'80' Ilic), Linetty, Lazaro; Vlasic (dal 65' Djidji); Sanabria, Zapata. A disp: Gemello, Popa, Vojvoda, Balcot, Gineitis, Okereke. All. I. Juric.

SALERNITANA (3-4-2-1): Ochoa; Pierozzi, Boateng (dal 61' Pellegrino), Pasalidis (dal 72' Sambia); Zanoli, Maggiore, Basic, Bradaric; Candreva, Kastanos (dall'86' Vignato); Tchaouna (dal 61' Dia). A disposizione: Costil, Salvati, Legowski, Martegani, Gomis, Ikwuemesi, Weissman. All. F. Inzaghi.

Arbitro: Chiffi di Padova (Bresmes/Scarpa. IV: Dionisi. Var: Marini. Avar: Valeri).

Ammoniti: Sazonov (T), Pierozzi (S), Linetty (T), Inzaghi (S).

Angoli: 10-1.

Tempo di recupero: 3' 1T; 5' 2T.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Vince l'equilibrio allo "Stadio Olimpico Grande Torino", dove la squadra allenata da Ivan Juric non riesce ad abbattere il muro eretto dalla Salernitana di Filippo Inzaghi, che muove la sua classifica con un punto importante. Dall'esordio di Jerome Boateng all'occasione sprecata dal Toro, intenzionato a giocarsi un piazzamento europeo.

Torino pericoloso con Bellanova e Vlasic

Torino trascinato dalle sgroppate di Bellanova, che fa il solco sulla corsia destra, duettando con Vlasic e creando più di un problema alla retroguardia della Salernitana. Zapata e Sanabria mancano la zampata vincente in un paio di circostanze, a pochi passi da Ochoa, chiamato in causa nel finale. I campani si difendono con ordine e spirito di sacrificio, guidati dall'esperienza di Jerome Boateng, alla prima con la nuova maglia. 0-0 quasi inevitabile.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

1
Torino-Salernitana, poche emozioni: pareggio tra Juric e Inzaghi
2
Occasionissima nel finale per Pellegri
3
Il tabellino di Torino-Salernitana