Fiorentina e Italiano, la situazione aggiornata sul rinnovo

Continua la trattativa per il prolungamento del contratto: spunta il nome di De Zerbi, ma club ed entourage del tecnico parlano invece di impegni e buona volontà
Fiorentina e Italiano, la situazione aggiornata sul rinnovo© Getty Images
4 min
Andrea Giannattasio

FIRENZE - Lenta, talvolta con passi in avanti quasi impercettibili, eppure la trattativa per il rinnovo di contratto Vincenzo Italiano con la Fiorentina procede. Con un epilogo ancora tutto da scrivere, certo. Con una distanza tra domanda e offerta sulle cifre in ballo che ancora deve essere colmata, altrettanto vero. Ma non, al momento, con prospettive che farebbero presagire una rottura totale tra le parti. I dialoghi tra l’entourage dell’allenatore, nella figura in particolare del nuovo manager Fali Ramadani, e il club viola sono andati avanti anche nel corso dell’ultima settimana, senza però trovare la svolta definitiva dopo l’ottimismo che si respirava a inizio giugno. Schermaglie inattese di un tira e molla che pareva ormai giunto all’epilogo ma che non mettono a rischio per adesso la prosecuzione del rapporto tra il mister e la società di Commisso, che ha sempre riconosciuto nel lavoro svolto dal tecnico (e dal suo staff) il vero punto di svolta della stagione che ha riportato i viola in Europa cinque anni dopo l’ultima volta.

Buona volontà

Se infatti la trattativa per il prolungamento di Italiano sta procedendo a rilento (il divario più grande resta ancora quello legato alla somma dell’ingaggio, che la Fiorentina vorrebbe alzare dagli attuali 800mila euro a circa 1,5 milioni con bonus facilmente raggiungibili, mentre di recente la controparte ha alzato il tiro fino ad oltre 2) altrettanto non si può dire della pianificazione in vista della prossima annata, che negli ultimi vertici di mercato ha visto gettare delle basi più che condivise. Dalla bocciatura a centrocampo di Torreira (tema che a Firenze sta facendo da giorni discutere) fino alla scelta di un centravanti di livello che possa essere d’aiuto nella crescita di Cabral. Due nodi centrali sui quali la squadra mercato viola sta già lavorando in vista del ritiro in Trentino, con il placet proprio del tecnico. Servirebbe al contempo, viene fatto sapere dagli ambienti vicini al mister, semmai un po’ più di buona volontà per stringere i tempi e definire quell’accordo legato a Italiano che solamente pochi giorni fa sembrava davvero a un passo. Un piccolo gradino da salire, con le due parti ancora sedute a un tavolo, per trovare un punto d’incontro e siglare il rinnovo fino al 2025.

Rumors De Zerbi

Di contro, nelle ultime ore (forse a causa dell’eccessivo stallo e di una situazione che a qualcuno ha ricordato quella che la Fiorentina ha già vissuto sulla sua pelle un anno fa con Gattuso, dimissionario dopo soli ventitré giorni dall'annuncio), è stato accostato ai viola il nome di Roberto De Zerbi, che lo scorso anno era stata una delle idee last-minute di Commisso dopo la risoluzione del contratto con l’ex tecnico del Napoli, ma allora la strada si era dimostrata impraticabile in virtù dell’accordo che il bresciano aveva già preso con lo Shakhtar. Sull’argomento, tuttavia, sono piovute smentite da tutte le parti interessate, con la Fiorentina che a prescindere dal rinnovo di Italiano è comunque decisa ad andare avanti con il suo attuale allenatore, alla luce del contratto già in essere e sul quale fin dai prossimi giorni continueranno i tentativi per arrivare a un adeguamento. L'obiettivo è quello di chiudere la questione entro l'inizio del ritiro di Moena.

Nardella e il progetto stadio: "Con la Fiorentina rapporti ottimi"
Guarda il video
Nardella e il progetto stadio: "Con la Fiorentina rapporti ottimi"

Commenti