Fiorentina, Jack di cuore: Bonaventura rinnova

Oggi verrà ufficializzato il prolungamento di contratto per un’altra stagione: ingaggio da 1,5 milioni
Fiorentina, Jack di cuore: Bonaventura rinnova© Getty Images
3 min
Francesco Gensini

FIRENZE - Jack 2024, ci siamo. Oggi la Fiorentina e Giacomo Bonaventura comunicheranno il rinnovo del contratto per spostare la conclusione del rapporto da giugno 2023 a giugno dell’anno prossimo. Annuncio atteso di un accordo già trovato nelle scorse settimane, dopo che il centrocampista marchigiano aveva espresso la volontà di rimanere a Firenze oltre la scadenza naturale, poi gradualmente sistemato di giorno in giorno tra la fine di dicembre e l’inizio di questo gennaio. Ritocchi, piccoli aggiustamenti, concessioni di qua, aperture di là, e naturale sia così in una trattativa tra le due parti, ma l’happy end non è mai stato in discussione: Bonaventura voleva la Fiorentina, ma anche la Fiorentina (Italiano in primis) voleva Bonaventura.

Punto di riferimento

E che la scadenza sia stata rinviata in avanti di dodici mesi per un calciatore che ad agosto compirà trentaquattro anni la dice lunga sulla considerazione di tutta la società, presidente Commisso in primis che ha dato ovviamente il via libera all’operazione, e sull’importanza tecnico-tattica dell’ex Milan nell’impianto di gioco della squadra viola. Fino a ottobre come “interno” dei tre di centrocampo, ora da trequartista per andare a caccia di palloni sul portatore avversario ed essere così subito pericoloso dopo la riconquista. Un po’ come faceva già in precedenza e che il “nuovo” modo di giocare deciso da Italiano ha accentuato. Il resto lo fa la sua esperienza, la sua attitudine ad occupare un po’ tutti i ruoli del reparto mediano, la sua capacità di gestire forze e risorse dentro la stessa partita: com’è stato sabato scorso contro il Sassuolo, ad esempio, quando Bonaventura ha di fatto trascinato i compagni alla vittoria con una prestazione che si definisce a tutto tondo in questi casi.

Obiettivi oggi e domani

Adesso il rinnovo darà se possibile ulteriori motivazioni a lui e alla Fiorentina, consapevoli entrambi che si tratta di un passaggio significativo per il presente - dove gli obiettivi si chiamano Coppa Italia e Conference League, sempre con un occhio di riguardo alla possibile rincorsa in campionato - ma anche per l’immediato futuro, quando gli uomini di mercato viola saranno chiamati ad impostare il gruppo per la prossima stagione: comunque vada quella in corso, il numero 5 sarà ancora nelle liste da consegnare a fine estate, riconoscimento automatico del valore e del peso specifico dentro al gruppo, tanto da aver consigliato un investimento economico non di poco conto da parte della Fiorentina che gli garantirà 1,5 milioni di ingaggio con bonus a salire per altri 3-400mila euro. Cifre che fanno del rinnovo un rinnovo decisamente significativo, sempre per quello che si porta dietro. Perché c’è un obiettivo (a proposito) sopra a tutto: migliorare e incrementare i dieci gol e i tredici assist messi insieme da Bonaventura nelle novanta partite disputate dal 2020 ad oggi nelle tre competizioni tra Italia ed Europa affrontate in maglia viola. Un altro traguardo da raggiungere, stavolta personale ma che farebbe le fortune della Fiorentina. Firme, foto di rito con il direttore generale Barone e si parte.  


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti