Cassano choc, duro attacco ad Antonio Conte

Fantantonio critica aspramente l'allenatore dell'Inter: "A Eriksen lo sta trattando malissimo. Se l'avessero fatto con me..."
Antonio Cassano ha segnato 23 gol all'Inter e alla Sampdoria con Mazzarri in panchina. Dopo Capello è l'allenatore con cui ha registrato il più alto score.© LaPresse
3 min

Come sempre senza peli sulla lingua Antonio Cassano. Lo ha confermato anche stavolta, parlando dell' Inter e attaccando direttamente Antonio Conte: "Nelle sei partite di Champions League ha fatto sempre male: ha giocato malissimo, senza nessuna idea. Il calcio si fa di qualità. In Italia puoi giocare con Romelu Lukaku, che a livello di fisicità nessuno gli sta dietro, ma in Champions League serve qualità. Eriksen in cinque minuti ha fatto più di Barella e Gagliardini. L’Inter ha fatto flop, in questo momento qua Antonio Conte deve fare solo una cosa: vincere lo scudetto. Ormai è obbligato, altrimenti diventa un massacro e bisogna cambiare tutto".

Cassano è da sempre un grande tifoso dell'Inter e sembra davvero non aver più pazienza con l'attuale allenatore neroazzurro. Quindi, dopo il flop Champions, non solo il Presidente Zhang ha perso la pazienza.

Secondo Cassano il tecnico ha provocato anche un'involuzione di alcuni giocatori: "Skriniar, prima che arrivassa Conte, era uno dei giocatori più ambiti d’Europa e l’ha massacrato. Ha massacrato pure Godin, trattandolo malissimo. Hakimi ha fatto qualche gol, ma per me è un giocatore diverso. È in confusione, perché è un giocatore che devi lasciarlo libero: fargli fare l’esterno a tre o a quattro, ma lasciarlo libero. Al Borussia Dortmund giocava negli ultimi trenta-quaranta metri, all’Inter fa l’indispensabile".

Cassano, ancora un duro attacco ad Antonio Conte

Sempre restando in tema di giocatori non valorizzati, inevitabile il riferimento alla gestione di Eriksen: "Lo fa entrare negli ultimi minuti. Se lo faceva a me ribaltavo lo spogliatoio. Avrei preferito che non mi metteva per 5 partite. Non devi approfittare che Eriksen sia un bravo ragazzo. Questo per quattro anni di seguito è stato il miglior centrocampista del Tottenham in Premier League. Tanti meriti, ma anche tanti demeriti. Ha chiesto a tutti i costi, già l’anno scorso, Arturo Vidal che sta dando poco in un ruolo che non è suo. Spesso e volentieri lo sta facendo giocare in mezzo, però Vidal dobbiamo ricordare che non è più quello di sei anni fa. Ha insistito tanto per averlo, e non gli sta dando spazio. Poi, ultima cosa: ha voluto ingaggiare Alexis Sanchez, facendogli un contratto importante, ma non lo sta usando tanto. Tantissime cose buone, ma anche tanti errori. E a me non piacciono le persone che hanno tanti alibi".

Cassano chiude con un altro suo pensiero: "L’altro giorno sentivo l’intervista di Edinson Cavani, quando ha detto di aver rifiutato Juventus e Inter. Non vorrei, voci di corridoio, che Cavani non abbia accettato l’Inter per via di Godin, che è un fratello maggiore. Magari gli aveva detto che fosse andato ci sarebbe potuto essere qualche problema".


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Inter, i migliori video

Commenti