Skriniar-Psg, l'inserimento del Chelsea è un assist per l'Inter

L'interesse degli inglesi, a prescindere dall'affare Lukaku, potrebbe far alzare l’offerta dei francesi
Skriniar-Psg, l'inserimento del Chelsea è un assist per l'Inter© Inter via Getty Images
3 min
Pietro Guadagno

MILANO – Tra Inter e Chelsea non è finita. Evidentemente, non c’entra più Lukaku, ma come emerso già alla fine della scorsa settimana, i Blues sono effettivamente tornati alla carica per Skriniar. Il nome dello slovacco era già entrato nei vari discorsi per Big Rom, ma l’Inter aveva ottenuto di tenere da parte qualsiasi tipo di trattativa per altri giocatori. Poi, sul centrale si è fatto avanti il Paris Saint-Germain, per di più con un’offerta concreta (60 milioni di euro), e allora il fronte si è spostato. Le ultime evoluzioni, tuttavia, potrebbero riaprire la partita, anche sembra difficile cambiarne l’esito.

Intrecci

L’Inter ha già messo in chiaro con il club francese che, per Skriniar, vuole 80 milioni ed esclude qualsiasi contropartita tecnica. E allora il tentativo del Chelsea potrebbe agevolare viale Liberazione, spingendo Campos ad alzare in tempi rapidi la sua offerta più che a "dirottare" a Londra lo slovacco. Anche perché l’ex-Sampdoria non avrebbe nessuna voglia di lasciare l’Inter, ma si è convinto davanti alle necessità di viale Liberazione e poi una volta che gli è stata sottoposta l’offerta monstre del Psg, vale a dire 9,5 milioni a stagione, tre volte quanto percepisce adesso. Anche i Blues, peraltro, potrebbero “usare” l’Inter. Il loro fronte più caldo per la difesa, infatti, è quello per De Ligt e a stretto giro di posta è previsto un nuovo contatto con la Juventus.

Doppia caccia

Attenzione, però, perché i Blues, dopo aver perso sia Rudiger sia Christensen, sono a caccia di due difensori e il “volume di fuoco” messo a disposizione del nuovo proprietario Boehly è ricco e abbondante. Insomma, nel caso Skriniar non sarebbe necessariamente in alternativa a De Ligt. Significa, inoltre, che se alla fine lo slovacco si accaserà comunque in Francia, il club londinese potrebbe prendere in considerazione anche De Vrij. E, se i numeri dovessero essere adeguati, non troverà certo un muro da parte dell’Inter. Del resto, il risultato di mercato di viale Liberazione continua ad essere un attivo di circa 80 milioni ed è complicato pensare di raggiungerlo, avendo pure messo in preventivo anche gli innesti di Bremer e di Milenkovic per completare la retroguardia.

Nodo

In questo senso, dunque, sarà fondamentale la cessione di Pinamonti, ovvero l’altro elemento destinato a garantire un incasso consistente. L’Inter punta a 20 milioni, con un minimo margine di sconto. Solo che l’attaccante vuole scegliere una piazza di suo gradimento, nello specifico che gli garantisca uno step in avanti dopo l’Empoli. L’Atalanta gli ha proposto un posto nell’attacco di Gasperini e Pinamonti ha dato il suo assenso. L’offerta bergamasca, ovvero una decina di milioni più 5 di bonus, non è però soddisfacente: occorre trattare.

Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Inter, i migliori video

Commenti