Juventus, Allegri conferma: «Il mercato va chiuso a luglio»

Il tecnico bianconero: «Dobbiamo battere l'Udinese per rubacchiare punti a Napoli e Roma. Marchisio? Sta recuperando bene ma bisogna essere cauti»
Juventus, Allegri conferma: «Il mercato va chiuso a luglio»© Getty Images
3 min
TagsJuventusAllegri

TORINO - Massimiliano Allegri, dopo l'intervista (leggila qui) rilasciata in esclusiva a Walter Veltroni per il Corriere dello Sport-Stadio nella quale si è detto favorevole ad un cambio delle regole sul mercato, è tornato sull'argomento durante la conferenza stampa di oggi: "Il mercato dura 60 giorni, quasi tutti i colpi vengono fatti alla fine. I giocatori devono scegliere se mettersi da parte o darsi da fare da subito. La maggior parte degli allenatori va a dormire con dei giocatori e il giorno dopo non li hai più. Idem a gennaio. Il mercato dovrebbe chiudersi a fine luglio. Io poi sono alla Juventus e sono fortunato".

NAPOLI E ROMA - "Dobbiamo battere l'Udinese perché ci permetterebbe di rubacchiare punti a Napoli, Roma o entrambe". E' carico Massimiliano Allegri alla vigilia della sfida allo Stadium contro l'Udinese. Il tecnico bianconero spiega il momento della sua squadra: "Il mio problema non sono gli infortunati - dice in conferenza stampa - ma le ore di volo che hanno fatto i giocatori per rientrare. Qualcuno è stanco: valuterò oggi, perché martedì abbiamo un match fondamentale a Lione. Higuain e Dybala? Uno dei due gioca sicuro".

MARCHISIO - Allegri analizza la situazione del centrocampista: "Marchisio ha giocato 45' in partitella, sono contento perché sta recuperando bene. Lui è stato per tanti anni uno dei giocatori più importanti della Juve e ancora lo sarà. Ma bisogna essere molto cauti, dopo sei mesi di inattività ci vuole calma. Non si può pensare che possa avere un rendimento costante".

BUFFON - "Buffon si difende da solo, per lui parlano vent'anni di fatti, ma criticarlo è una bestemmia". Il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, torna sull'errore del portiere nella sfida pareggiata a Torino tra Italia e Spagna. "Ha fatto un errore tecnico con i piedi e lui di solito gioca con le mani - aggiunge il tecnico bianconero - non si può mettere in discussione chi per vent'anni è stato al top".

MILIK - "Mi dispiace per gli infortuni di Milik e, soprattutto, di Montolivo, che non è stato molto fortunato negli ultimi anni e spero di vederlo in campo il prima possibile". Così Massimiliano Allegri nella conferenza stampa di vigilia della sfida di campionato tra la sua Juventus e l'Udinese. Il tecnico bianconero non pensa che i due infortuni posso incidere sulla corsa scudetto: "Per lo scudetto serve un tot di vittorie, a ogni vittoria si accorcia la distanza dall'obiettivo, ma è ancora lunga...".

JUVE, INTERVISTA ESCLUSIVA AD ALLEGRI: «VI DICO TUTTO»

TUTTO SULLA JUVE


Juve, i migliori video

Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti