Juve, Allegri: "In dieci giorni ci giochiamo molto"

Il tecnico bianconero in conferenza stampa: "Con l'Inter era una partita da giocare, con il Sassuolo è da vincere. Dybala e Chiesa titolari"
Juve, Allegri: "In dieci giorni ci giochiamo molto"© Juventus FC via Getty Images
4 min
TagsJuventus

TORINO - "Ci sono delle partite che bisogna giocare, come quella con l’Inter, e delle partite da vincere, come quella di domani. Avremo bisogno del pubblico, adesso inizia un trittico di gare che ci porterà alla sosta, in mezzo lo Zenit per giocarci il passaggio del turno. Kaio Jorge? Ha lavorato bene, sta crescendo, penso possa fare un’ottima carriera perché ha tecnica, tiene botta fisicamente ed è sveglio, sa come si gioca a calcio". Parla così Allegri nella conferenza stampa che anticipa la sfida dei bianconeri contro il Sassuolo. "Veniamo da una gara di grande valore e davanti a 60mila persone, domani sarà più complicato rispetto a Milano: quella partita è stata facile preparare, domani sarà più difficile perché ci vorrà un dispendio di energie mentali superiori e se lasci giocare il Sassuolo sono capaci di metterti in crisi. Speriamo di segnare un po' di più, è da La Spezia che non facciamo più di un gol. E puntiamo a vincere con due reti di scarto: è un obiettivo che ci diamo" ha detto Allegri.

Chiesa, compleanno con la Juve: festeggia con la sfida a De Ligt
Guarda la gallery
Chiesa, compleanno con la Juve: festeggia con la sfida a De Ligt

Allegri: "10 giorni per giocarci molto"

"I punti persi all’inizio non ci consentono di avere margine di errore, la vittoria con la Roma ci ha permesso di giocarci con l’Inter uno scontro diretto in condizioni migliori. Se domani non vinciamo è come aver perso a Milano. Ci vuole uno sforzo, veniamo da due trasferte, servirà una partita giusta sotto il piano tecnico e fisico. In questi dieci giorni ci giochiamo molto", ha aggiunto.

Allegri: "Giocano Dybala, Chiesa e Perin"

"Fase difensiva sistemata? No, diciamo che facciamo meglio. Per quanto riguarda Dybala, lui calcia le punizioni e ha il gol nel sangue ma i gol li abbiamo trovati anche dagli altri, non avendo più Ronaldo che da solo ne faceva 30. Quelle reti verranno rimpiazzate dalla squadra. Oggi vi faccio contenti, così potete scrivere: contro il Sassuolo giocheranno Perin, Dybala e Chiesa, e rientra anche De Ligt. Abbiamo recuperato Rabiot, non ci saranno Bernardeschi e Kean e per il resto sono tutti a disposizione" ha proseguito Allegri.

Crescita generale

"Kulusevski a Milano ha fatto un'ottima partita nei primi 60'. Anche McKennie. C'è una crescita generale e ciò mi consente di fare cambiamenti. Chiesa è un giocatore di livello internazionale, veniva da tanti impegni ravvicinati. Domenica non è andato in panchina per demerito, ma pensavo la partita sarebbe andata in un certo modo. I ragazzi non sono motorini, che li accendi e partono. Ogni tanto hanno bisogno di recuperare, non solo fisicamente, ma anche mentalmente. Altrimenti a gennaio sono da buttare".

Allegri: "Chiesa non è andato in panchina per demerito"
Guarda il video
Allegri: "Chiesa non è andato in panchina per demerito"

Allegri: "Inter favorita per lo scudetto"

"Sono pienamente convinto, e non è scaramanzia, che l'Inter è la favorita per lo scudetto, da lì non si scappa. E la Juve è andata a Milano facendo meglio che a San Pietroburgo. Chiesa, Morata, Dybala e Cuadrado possono giocare insieme", ha concluso Allegri.

Allegri: "Inter sempre favorita per lo Scudetto"
Guarda il video
Allegri: "Inter sempre favorita per lo Scudetto"

Juve, i migliori video

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti