Allegri: “Napoli in emergenza? Aveva tutti titolari..."

L'allenatore della Juve ha parlato al termine del match contro gli azzurri, terminato con il punteggio di 1-1 per i gol di Mertens e Chiesa
Allegri: “Napoli in emergenza? Aveva tutti titolari..."© Juventus FC via Getty Images
4 min
TagsAllegriDybala

Massimiliano Allegri analizza l'1-1 in casa della Juve con il Napoli e non disprezza il pari. Non parla insomma di occasione sprecata considerate le tante assenze in casa partenopea. Il tecnico livornese, anzi, pare quasi voler ironizzare sui 'pianti' pre partita da parte campana, che a Torino hanno comunque potuto schierare una squadra di tutto rispetto e che solo sul finire hanno inserito un Primavera.

Juve-Napoli, Allegri: “Vediamo tutto in positivo”

Sparge ottimismo Allegri, anche là dove non ce n'è molto, considerato che la Juve è rimasta a -5 dal Napoli sprecando la chance di vincere davanti ai suoi tifosi. Ma inizia dalle assenze l'allenatore bianconero: “Era uno scontro diretto, ma loro più o meno erano con tutti i titolari, avevano fuori quattro giocatori, ma all'andata ne avevamo fuori sei anche noi, purtroppo capitano queste cose. Il Napoli ha fatto una buona partita, noi altrettanto, potevamo andare in vantaggio, poi siamo stati un pochino imprecisi negli ultimi 20 metri, un pochino frettolosi”. Qualche rimpianto c'è: “Raggiunto il pari abbiamo avuto 3-4 minuti di pressione, poi abbiamo iniziato a giocare meno la palla, a essere un po' troppo frettolosi”. Ma il futuro è comunque roseo: “La classifica rispetto al Napoli è rimasta invariata, quindi vediamo tutto in modo positivo visto che abbiamo un punto in più del girone d'andata, questo è un bel segnale. Era importante vincere per accorciare la classifica, lo faremo più avanti”.

La Juve lavora per il Napoli: Allegri ritrova Chiesa
Guarda la gallery
La Juve lavora per il Napoli: Allegri ritrova Chiesa

Juve-Napoli, Allegri: “Poca serenità e lucidità vicino all'area”

Allegri aggiunge: “Vicino all'area ci vuole un po' più di lucidità, di serenità, ma sono anche un po' le caratteristiche dei giocatori. La squadra stasera ha comunque fatto una buona partita contro un buon Napoli, che ha degli ottimi palleggiatori, è un'ottima squadra, che ci ha creato delle difficoltà. Noi abbiamo avuto diverse occasioni, abbiamo sbagliato tante volte negli ultimi 30 metri, sono cose che dobbiamo migliorare, ma la prestazione dei ragazzi è stata buona”.

A un certo punto, Allegri ha invertito gli esterni: “Visto che Ghoulam aveva giocato solamente 34 minuti, era normale cercare di mettere un giocatore come Chiesa che nell'uno contro uno, sull'attacco alla profondità, lo potesse mettere in difficoltà. Dopo il pareggio, invece, siamo andati troppo velocemente con un po' di palle alte, invece di arrivare con il palleggio. Scappavamo un po' troppo tutti verso la porta, su questo dobbiamo avere tutti un po' di pazienza”. Due parole su Dybala: “Paulo è stato a lungo fermo, viene da un infortunio, poi si è fermato dopo Venezia, ora sta riprendendo. Ha fatto una buona mezzora, quando gli arriva la palla ha una qualità diversa e piano piano troverà la condizione migliore”.

Anche oggi la Juve ha messo a segno solo un gol: “Ne abbiamo fatti solo 28, un po' pochini. Bisogna trovare un po' più di gol con i centrocampisti, oggi abbiamo avuto un'occasione con McKennie. Piano piano ci arriviamo. Dobbiamo migliorare gli inserimenti con le mezze ali e i tiri da lontano”.

Juve, i migliori video

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti