Juve, accuse di falso in bilancio e nuove perquisizioni sull'inchiesta plusvalenze

Le indagini si sono sviluppate negli studi legali di tutta Italia tra Torino, Roma e Milano ed avrebbero riguardato materiale (anche informatico) riguardante le approvazioni dei bilanci tra il 2019 e il 2021
Juve, accuse di falso in bilancio e nuove perquisizioni sull'inchiesta plusvalenze© Juventus FC via Getty Images
2 min

Arrivano accuse di falso in bilancio per la Juventus con conseguenti perquisizioni in tutta Italia circa il caso plusvalenze. Ad eseguirle, oggi (mercoledì 23 marzo 2022) la Guardia di Finanza di Torino, nell'ambito dell'inchiesta sul club bianconero già partita a dicembre sulle presunte plusvalenze in anni di rendiconti finanziari.

Juve e plusvalenze: nuove perquisizioni in tutta Italia

Le stesse perquisizioni hanno riguardato diversi studi legali tra le città di Torino, Roma e Milano, ed avrebbero interessato materiale (anche informatico) riguardante le approvazioni dei bilanci del club bianconero tra il 2019 e il 2021.

Juve: i magistrati indagano su 4 mensilità non incassate ad inizio pandemia

In questo frangente, i magistrati starebbero indagando su quattro mensilità non incassate dai calciatori durante la prima ondata di Covid nel 2020. Negli studi legali perquisiti sarebbero state depositate, a suo tempo, le scritture private tra il club e i giocatori circa gli stipendi riguardanti i due anni pandemia. Le carte in oggetto, in precedenza, non sarebbero state trovate e questo supplemento di indagine serve per far maggiore chiarezza. I pubblici ministeri della procura di Torino, secondo quanto è fin qui emerso, avrebbero scoperto una "prassi" in cui alcuni documenti riservati venivano custoditi fuori dalla sede per poi procedere alla loro "distruzione" una volta esaurito il loro scopo di "garanzia".


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Juve, i migliori video

Commenti