Lazio, Inzaghi: "Serve concentrazione con l'Inter. Giuste le aspettative su di noi"

Il tecnico biancoceleste fa il punto della situazione alla vigilia del match all'Olimpico: "Troppi errori con l'Atalanta, non ripetiamoli. Fares convocato, ma al massimo andrà in panchina"

© © Marco Rosi / Fotonotizia

ROMA - C’è la prova Inter per la Lazio. Dopo la batosta contro l’Atalanta, i biancocelesti vogliono rialzare la testa e rilanciarsi in questo inizio di campionato. In conferenza stampa, il tecnico Simone Inzaghi ha parlato del momento e della sfida ai nerazzurri di Conte: “Noi, Inter e Atalanta abbiamo fatto un ottimo percorso. Ora ci sono subito questi scontri diretti immediati. Veniamo dal match con l’Atalanta, disputato bene, ma con degli errori che con certe squadre non ti puoi permettere. Con l’Inter serve fare di più con una concentrazione altissima. Manca ancora un allenamento, Fares sarà convocato. É arrivato poco preparato, nel suo club si limitava a svolgere lavoro atletico, non con la palla. Sta crescendo, è disponibile. Domani al massimo potrà sedere in panchina”.

Lazio, ecco le prime foto di Fares con la maglia biancoceleste
Guarda la gallery
Lazio, ecco le prime foto di Fares con la maglia biancoceleste

Sull’avversario

“Serve una partita perfetta con questo avversario. L’Inter l’abbiamo affrontata tante volte, è fisica, tosta, con un ottimo allenatore e grandi giocatori da utilizzare. La concentrazione deve essere maggiore rispetto a mercoledì. Le valutazioni le farò nel pomeriggio. Vediamo come hanno recuperato Immobile e Caicedo dal match con l’Atalanta e come starà Correa. Ho dei ballottaggi in testa, vedremo. In tutti questi anni abbiamo segnato tanto con Ciro, ma anche con gli altri. Mercoledì potevamo fare qualche go in piùl, l’obiettivo è migliorarsi”.

Aspettative

Giusto che ci siano grandi aspettative su di noi, veniamo da un’esaltante stagione. Sapevamo che in queste prime tre partite avremmo avuto problemi, ma andiamo oltre. Con l’Inter vogliamo fare una grande partita. Non parlo di giocatori che non sono qui, c’è Tare che fa il mercato, lavora 24 ore al giorno. Spero solo che si possa chiudere al più presto per avere tranquillità e concentrarsi sulla propria professione. Ritiro per evitare il contagio? La previsione dell'impennata dei casi c’è. Penso che che rispetto a febbraio-marzo, le autorità sanitarie sanno muoversi meglio. Cerchiamo di stare tranquilli usando tutte le precauzioni del caso. Così solo andrà tutto bene".

Lazio, visite mediche per Pereira
Guarda il video
Lazio, visite mediche per Pereira

Commenti