Lazio, Inzaghi: "Buco in difesa, valutiamo il mercato. Ora il Sassuolo!"

Il tecnico biancoceleste pronto per la sfida di campionato e non accetta distrazioni: "Siamo abituati ad avere defezioni"
Lazio, Inzaghi: "Buco in difesa, valutiamo il mercato. Ora il Sassuolo!"© Getty Images

ROMA - Un solo obiettivo per la Lazio: continuare il momento positivo. Dopo la qualificazione ai quarti di finale di Coppa Italia, ecco di nuovo il campionato. C'è il Sassuolo all'Olimpico. E tra infortuni e giocatori un po' stanchi, i biancocelesti vogliono ancora fare bene. Il tecnico Simone Inzaghi, in conferenza stampa, ha parlato del momento e non solo: "Veniamo da un buonissimo periodo, ma nel calcio ci sono degli imprevisti. Ora contiamo gli infortuni di Luiz Felipe e Luis Alberto, ma guardiamo avanti, il Sassuolo è un avversario temibile. Il mercato? Ne stiamo parlando. Sappiamo che Ramos ha lasciato un bel buco: cerchiamo qualcuno che ci possa aiutare nel tempo in cui mancherà. Sono pure concentrato alla partita di domani con i giocatori che ho, possiamo fare bene nonostante gli infortuni. Il Sassuolo in questi anni ci ha reso la vita difficile, ha qualità, gioca un bel calcio e ha una ottima classifica. Servirà mettere cattiveria e aggressività”.

L’inizio e la svolta

“Il vero campionato è partito da 18 partite più quelle Champions e quelle di Coppa Italia, dove, tra mille difficoltà, abbiamo fatto bene nonostante i problemi. Guardiamo al Sassuolo, una partita complicata. Akpa Akpro si guadagna il campo con le prestazioni, ha qualità fisiche e tecniche. Fraseggia bene negli spazi, siamo contenti, si merita spazio ogni giorno. Deve continuare così. La condizione della squadra? Le ultime partite le abbiamo fatte bene, è quello che voglio vedere, ma ovviamente giocando tanto qualcuno deve tirare il fiato. Siamo comunque pronti, vogliamo continuare a vincere. La svolta? Non c’è stata in base al mio futuro. Sanno cosa rappresenta per me la Lazio, finisco gli allenamenti senza voce, do tutto me stesso. La grande svolta, per una grande squadra come la nostra, è avere tutti i soldati sempre arruolabili. Dopo il Covid non è stato così. Speriamo che Luis Alberto torni presto”.

Sguardo al futuro

“Senza Luis Alberto è dura, lui è unico. Siamo abituati ad avere defezioni, faremo comunque una grande partita. Il calendario è fitto, tante partite e pochi recuperi, questo è un momento importante anche per la Coppa Italia. Sarà un mini ciclo difficile. In attacco ho tutti disponibili, più c’è Pereira che può fare quel ruolo. Dietro, senza Luiz Felipe, ci sono rotazioni limitate. Un’entrataccia ad agosto ce lo ha limitito a dieci partite, in cui persa una sola. Andremo avanti, consapevoli che ci giocherà farà del proprio meglio”.

Corriere dello Sport in abbonamento

Offerta Speciale, sconto del 56%

In occasione della ripartenza delle coppe europee puoi leggere il tuo quotidiano sportivo a soli 23 centesimi al giorno!

Offerta valida solo fino al 15 Marzo 2021

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti