Lazio, Sarri fa partire il turnover. Maximiano è in attesa

In Europa League giocano Basic e Hysaj. Cancellieri da verificare. Entrano subito Gila o Casale. Luis-Sergej, staffetta
Lazio, Sarri fa partire il turnover. Maximiano è in attesa© FOTO MOSCA
4 min
Fabrizio Patania

ROMA - L’idea era apparsa chiara subito dopo il rosso con il Bologna e l’impatto di Provedel, considerato da Sarri anche a luglio il nuovo potenziale titolare tra i pali. Maximiano sarebbe tornato in Europa League. L’occasione giusta per il portiere portoghese, su cui la Lazio ha investito 10,7 milioni di euro da abbinare a Gila, prelevato dal Real Madrid Castilla e dirottato verso Formello da Jorge Mendes. Affare doppio. Soliti intrecci di mercato e l’adesione di Sarri perché le referenze sull’ex Granada, retrocesso in Liga 2 nella passata stagione, erano buone (o discrete) e riscuotevano il consenso dello staff. Dopo l’addio di Reina e di Strakosha, era arrivato il momento di investire su due portieri, non uno solo, e Provedel da subito era stato indicato da Mau nella lista dei potenziali obiettivi con Carnesecchi e Vicario (entrambi quotati da 15 milioni in su).

Lazio, squalifica per Cataldi

Lazio, la missione di Immobile

Lazio, le riflessioni

Le condizioni contrattuali dell’ex Spezia, a scadenza, suggerivano l’affare e tenevano bassa la valutazione, ma non c’è mai stato dubbio che fosse considerato un primo, non un secondo portiere, alla stregua degli altri due italiani in corsa. Così come è altrettanto certo che ci fosse la necessità di alzare la concorrenza e aspettare le risposte del campo. Lotito, per coprire il ruolo, aveva stanziato un budget di 12-13 milioni (guarda caso l’offerta iniziale per Carnesecchi) e quella cifra ha speso, acquistandone due. Ora Provedel si è preso la Lazio in campionato ed è assai probabile che Maximiano torni giovedì in Europa League. Di sicuro Sarri a gioco lungo non deprimerà il portoghese, ma tutti sanno quanto sia presente nei suoi pensieri l’idea della continuità. E il debutto con il Feyenoord, la rivale più pericolosa del girone, ha un peso specifico rilevante. Sino a ieri, giorno di riposo, Mau non aveva affrontato l’argomento o preso una decisione, anche se i segnali lasciano pensare tocchi al portoghese.

Le scelte di Sarri

Oggi pomeriggio la Lazio entrerà nelle manovre di avvicinamento alla sfida con il Feyenoord. Sarri ha fissato la ripresa della preparazione nel pomeriggio e comincerà a pensare al probabile turnover. Moderato, non massiccio. Nell’ordine dei tre o quattro cambi rispetto alla partita con il Napoli. Due sono quasi sicuri di giocare: Hysaj sulla linea difensiva e Basic a centrocampo. Marusic, più di Lazzari, potrebbe riposare. La vera incognita riguarda la coppia centrale. Possibile Sarri ne cambi uno, tenendo l’altro per dare un minimo di continuità. Più Gila di Casale in entrata. Più Patric di Romagnoli nel blocco titolare. Possibile, invece, non cambi l’attacco. Sarri sarebbe intenzionato a lanciare Cancellieri da esterno, ma solo oggi pomeriggio avremo conferma o meno se potrà portare avanti l’idea. Immobile gioca, Pedro non sta benissimo, dunque, restano Felipe e Zaccagni, oltre al baby Romero di scorta. Il rebus vero a centrocampo. Ballottaggio aperto tra Vecino e Marcos Antonio. Basic dentro. È possibile la staffetta tra Luis Alberto e Milinkovic. Il Mago favorito nell’undici di partenza.

Lazio, Immobile condannato per evasione
Guarda il video
Lazio, Immobile condannato per evasione


Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Commenti