Lazio-Bologna, le pagelle biancocelesti: Felipe Anderson rapace, Zaccagni vola

Dai migliori ai peggiori, tutti i voti dei biancocelesti nella sfida contro i rossoblù
2 min
Daniele Rindone
TagsLazioBolognacoppa italia

Le pagelle della Lazio

Sarri (all.) 6,5 Vittoria piccola, ma regala i quarti. Felipe continua a segnargli al posto di Ciro, la difesa a non prenderle. Scorza e spirito.

Maximiano 6 Redento dopo la gaffe di agosto, per contrappasso ha rigiocato Lazio-Bologna. Subito un clean sheet, per manifesta incapacità al tiro del Bologna (quelli alti l’hanno sorvolato). Ha armato i piedi per girare palla: 37 passaggi, 95% di precisione, unico rischio nel finale.

Lazzari 6 Sbirci le statistiche del primo tempo e noti dieci possessi persi (alla fi ne 12). Non ha creato chicane, è stato più frenato.

Marusic (22’ st) 6 Ingresso operaio, serviva una blindatura finale.

Patric 6,5 Mancava dal 3 novembre. Tanto gioco, record di tocchi (112) e passaggi (114), sei palloni strappati, respinte. Centrale di nuovo volante.

Romagnoli 6 Tre tiri, suoi i pericoli iniziali. La solita tempra, un po’ meno poderoso.

Casale (22’ st) 6 Qualche pallone perso, ma ha trasmesso furore.

Hysaj 6,5 Nel vivo della costruzione, partendo a sinistra. Cinque contrasti e 10 raid oltre la metà campo del Bologna. Cresce a tavoletta.

Milinkovic 5,5 Capitano (sbiadito) della serata. Un tiro sbucciato da posizione favorevole. Un’incornata sprecata. E un calcione di stizza rifilato al palo. Non si è piaciuto neanche lui.

Vecino (35’ st) sv

Cataldi 6 Niente riposo, in campo anche lui. Ha strappato palloni (11) giocando tra palpiti e affanni.

Marcos Antonio (47’ st) sv

Luis Alberto 6 Ancora titolare. Cinque occasioni, tre tiri, uno volante, uno alle stelle. Legnosità nelle esecuzioni.

Pedro 6,5 Assist modello derby, strappando il pallone a Sosa. Sacro fuoco, giocate, dribbling, ha preso anche randellate.

Romero (35’ st) sv

Felipe Anderson 6,5 Il bis dopo Reggio. Un tiro dopo 12 secondi, il gol oltre la mezzora. Tap-in rapace, con movimento alla Immobile. Vicino al secondo.

Zaccagni 7 Novanta minuti premendo a tutto gas, seminando tutti con le serpentine. Un tiro (morbido però), un cross al bacio per Sergej. Ha lasciato le orme.


Acquista ora il tuo biglietto! Vivi la partita direttamente allo stadio.

Commenti