Sarri-Lotito: è vertice di mercato in casa Lazio

Il tecnico domenica rientra dalla vacanza in barca: atteso tra martedì e mercoledì a Roma. A Londra spingono Jorginho. Piace Holm, terzino destro della Spezia
Sarri-Lotito: è vertice di mercato in casa Lazio© Marco Rosi / Fotonotizia
4 min
Fabrizio Patania

ROMA - Sarri scenderà dallo yacht tra sabato e domenica. Le vacanze, al largo di Corsica e Sardegna, sono quasi concluse. Mau raggiungerà la propria residenza a Castelfranco di Sopra, in provincia di Arezzo, e riprenderà, in maniera più intensa, i contatti con Formello e con il presidente Lotito, impegnatissimo in queste ore tra Senato ed elezioni regionali in Molise. Domenica le urne, lunedì lo spoglio. Sino a martedì o mercoledì, non si ritufferà anima e corpo sul mercato della Lazio, che attende ancora di accendersi. E’ probabile che scatti un nuovo incontro, assai più significativo di quello andato in scena appena è finito il campionato, in cui il mercato in uscita e gli aspetti organizzativi legati all’attività della prima squadra avevano riempito di contenuti il dibattito tra tecnico e presidente. Se necessario, Sarri si concederà una puntata a Roma, lasciando la Toscana, oppure resterà in collegamento telefonico. Il fidatissimo Picchioni sta agendo per lo scouting, non è andato in vacanza e continua a esaminare con la società i profili in esame.

Lazio, il confronto tra Sarri e Lotito

L’appuntamento della prossima settimana avrà un significato preciso, perché orienterà le prossime mosse, stringendo il focus di Lotito sui reali obiettivi in entrata della Lazio. Sul tavolo i dirigenti metteranno nomi, condizioni di acquisto, priorità e budget. Il tecnico fisserà la scaletta, per adesso considerata provvisoria. Altri nomi, tenuti coperti e non spiattellati, si sono aggiunti alla lista. Del resto in uscita non è successo niente, a parte il riscatto di Acerbi da parte dell’Inter (dopo un intervento risolutivo di Simone Inzaghi che addirittura ha temuto di perderlo dopo la finale di Istanbul) e di Escalante, confermato dal Cadice. Le strategie, come spieghiamo a parte, sono destinate a modificarsi o potrebbero cambiare in corsa. Lotito, se non vende alle proprie condizioni, non si piega. Anche di questo parlerà con Sarri, di cui si fida totalmente e che in qualche modo lo dovrà seguire, accettando i tempi del mercato.

Lazio, la questione regista

Dall’Inghilterra, sulle colonne del Sun, ieri hanno spinto Jorginho di nuovo verso la Lazio. I Gunners sono vicini all’acquisto di Rice dal West Ham. Il play italo-brasiliano si era trasferito a gennaio per 12 milioni dal Chelsea, ma non è contento e ha totalizzato appena 16 presenze (tra Europa League e Premier) nella seconda parte della stagione. Vorrebbe andarsene e non gli dispiacerebbe tornare in Italia. Ha parlato della Lazio con Immobile e Zaccagni durante il pre-ritiro azzurro al Forte Village in Sardegna, tra il 5 e il 9 giugno, quando sono emerse le prime indiscrezioni. Un conto è l’interesse, un altro la fattibilità. Guadagna 6,5 milioni netti a stagione. Si tratta di un ingaggio fuori dalla portata della Lazio, a meno che l’Arsenal non partecipi all’ingaggio. Occhio alla formula. Lotito potrebbe entrare in scena ragionando sul prestito: di sicuro ora non metterebbe sul tavolo 10 milioni per il cartellino di Jorginho, ma con un altro tipo di operazione ci potrebbe pensare. Ieri a Salerno parlavano di Marcos Antonio, su cui a Formello c’è apertura totale alla trattativa: l’estate scorsa la Lazio aveva investito una decina di milioni sul regista brasiliano ex Shakhtar. Ora deve trovare un centrocampista centrale da abbinare a Cataldi. E’ stato fatto anche il nome di Torreira, ma ora è di proprietà del Galatasaray e le condizioni di acquisto non sono più le stesse di un anno fa, quando l’Arsenal lo cedeva in saldo.

Il nome nuovo per la Lazio

Da La Spezia rimbalza un’indiscrezione: alla Lazio piace Emil Holm, terzino destro svedese, 23 anni, di proprietà del club ligure. Entrerebbe in gioco soltanto nel caso in cui partissero Marusic o Lazzari: al momento non sono contemplate cessioni. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti