Lazio, Lotito e l'addio a D'Amico: "Gli renderemo omaggio. Ha fatto la storia"

Il presidente biancoceleste presente ai funerali del campione del 1974: "Io credo ancora nelle bandiere"
Lazio, Lotito e l'addio a D'Amico: "Gli renderemo omaggio. Ha fatto la storia"
2 min

ROMA - "L'addio di Vincenzo D'Amico è una grave perdita. Stiamo parlando una persona che ha fatto la storia del nostro club, entrato nel cuore dei nostri tifosi. È stato un punto di riferimento e questo è un momento di grande tristezza". È un Claudio Lotito commosso quello che parla dopo i funerali di 'Vincenzino'. Un addio doloroso per tutto l'ambiente Lazio. E il presidente, ai cronisti presenti, ha commentato: "Ho sentito il dovere e l'obbligo di essere presente per testimoniare che la nostra storia non viene mai dispersa e dimenticata. Rimarrà anche per il futuro, per l'esempio e per i comportamenti di attaccamento ai nostri colori biancocelesti. Stiamo predisponendo una serie di attività per vedere che tipo di iniziative intraprendere".

Lotito e le bandiere del calcio moderno

"Penso sia ancora possibili avere delle bandiere. Si tratta di impostare un ragionamento e un atteggiamento nei confronti dei tesserati diverso da quello che è solo legato alla prestazione sportiva basato sulla remunerazione. Dobbiamo entrare nel cuore e nella testa di questa gente attraverso i valori dello sport, che prevedono anche e soprattutto l'attaccamento alla maglia e al club, per il quale combattono sul campo non solo per gli interessi materiali ma per l'orgoglio all'appartenenza e soprattutto testimoniare anche i valori del club al quale appartengono".


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti