Lazio, quanto ha guadagnato Lotito con la Champions: cifra incredibile

I premi in coppa fanno sorridere il club. E mancano l’ultima partita a Madrid e il botteghino dell’Olimpico
4 min
Fabrizio Patania

ROMA - Un gol al Feyenoord, due al Celtic. Scherzando ma non troppo, la doppia staffetta ha funzionato. Se Lotito fremeva, pensando ai venti milioni investiti in estate per Castellanos, Ciro gliene ha fatti guadagnare quindici, decidendo le ultime due partite e l’ingresso agli ottavi Champions con le sue prodezze. Il Taty ha stancato gli scozzesi, Immobile li ha castigati, ma con gli olandesi a inizio novembre era andata al contrario: il pressing dell’argentino era servito per difendere nell’ultima mezz’ora, Ciro l’aveva sbloccata a un sospiro dall’intervallo. La strategia di Sarri ha fatto quadrare i conti e anche l’impiego dei due centravanti, 90 minuti a testa nei 180 complessivi del doppio impegno all’Olimpico su cui la Lazio puntava per garantirsi il passaggio del turno. Missione compiuta.

Lazio, 59 milioni

Ora la squadra biancoceleste dovrà rialzarsi e riprendere a correre in campionato, altrimenti la comparsata in Champions resterà solo un bel ricordo. Chissà se Lotito tornerà presto a occuparsi dei rinnovi di contratto, sbandierati all’inizio dell’estate e mai più affrontati se non approfittando di qualche brutta caduta (tipo Salerno) per far sapere che ora non se ne parla proprio. E prima? I dati sono certi, come il deficit certificato in bilancio al 30 giugno 2023 (meno 30 milioni) a cui bisognerà aggiungere lo stesso importo investito sul mercato, prezzi dei cartellini dichiarati in Borsa, al netto delle cessioni di Milinkovic e Maximiano. Ecco quei 60 milioni di negativo (senza contare gli ingaggi e l’Iva), Lotito li ha recuperati dal girone di Champions e almeno di questo dovrà rendere merito a Sarri e ai suoi giocatori: 59 milioni di ricavi (58,9 per la precisione e come riporta la tabella in pagina) possono essere considerati in cassa per effetto del successo sul Celtic Glasgow e del passaggio del turno. In parte saranno riscossi entro dicembre, in parte nei prossimi mesi e sino all’estate 2024, ma la contabilità non si discute. La somma è presto fatta: 15,64 milioni derivano dalla partecipazione al girone e altri 15,9 dal ranking storico della Lazio in Europa negli ultimi dieci anni (14 quote da 1,137 mln come diciottesima classificata tra le 32 partecipanti alla Champions). Infine 9,3 sotto forma di bonus legati ai risultati nel girone (3 vittorie e 1 pareggio) e ulteriori 9,6 per la qualificazione agli ottavi. Il market pool, con la ripartizione destinata ai club italiani, verrà calcolata dall’Uefa a fine torneo e in base al piazzamento. La quota fissa per la Lazio è di 5,1 milioni con un minimo, nella parte variabile, di altri 3,4. La quota variabile salirebbe sino a 6,3 nell’ipotesi remota di un cammino sino alla finale di Wembley (primo giugno).

Verso Lazio-Inter

Il totale dunque è già arrivato a sfiorare i 60 milioni senza sapere quanto la Lazio, in tre partite interne, abbia riscosso al botteghino dell’Olimpico. Lotito, da sempre, non comunica l’incasso del singolo evento. I conti societari sorridono in attesa dell’ultima partita del girone a Madrid: 930 mila euro vale il pareggio e 2,8 milioni la vittoria. Battere fuori casa l’Atletico e chiudere al primo posto il girone significherebbe presentarsi da testa di serie nel tabellone a eliminazione diretta. Sorteggio a Nyon il 18 dicembre, ottavi in calendario tra metà febbraio e metà marzo, l’ingresso ai quarti varebbe un gettone da 12,5 milioni. Almeno un altro grande incasso invernale all’Olimpico è garantito, in caso di secondo posto la Lazio giocherebbe l’andata in casa con una big. C’è un riflesso legato al campionato: Sarri con l’Atletico Madrid il 13 dicembre e Inzaghi con la Real Sociedad a San Siro la sera prima si giocheranno il primato a poche ore dal confronto dell’Olimpico (domenica 17 alle ore 20,45). Per Mau, anche a pieno organico, servirebbe un’impresa titanica per mettere sotto Simeone in trasferta. E c’è l’urgenza, con un giorno in meno per recuperare le energie, di risalire la classifica in Serie A. Simone corre per Champions scudetto, non potrà scegliere. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti